Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Strict Standards: Declaration of UserSettings::get() should be compatible with AbstractSettings::get($col_key1, $col_key2 = NULL, $col_key3 = NULL) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/users/model/_usersettings.class.php on line 208

Strict Standards: Declaration of UserSettings::set() should be compatible with AbstractSettings::set() in /membri/revolucion2010/blogs/inc/users/model/_usersettings.class.php on line 208

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 304

Strict Standards: Declaration of BlogCache::get_option_list() should be compatible with DataObjectCache::get_option_list($default = 0, $allow_none = false, $method = 'get_name', $ignore_IDs = Array) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/collections/model/_blogcache.class.php on line 355

Strict Standards: Declaration of Blog::dbupdate() should be compatible with DataObject::dbupdate($auto_track_modification = true) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/collections/model/_blog.class.php on line 54

Strict Standards: Declaration of Blog::set() should be compatible with DataObject::set($parname, $parvalue, $make_null = false) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/collections/model/_blog.class.php on line 54

Strict Standards: Declaration of Skin::dbupdate() should be compatible with DataObject::dbupdate($auto_track_modification = true) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/skins/model/_skin.class.php on line 608

Strict Standards: Declaration of CollectionSettings::_load() should be compatible with AbstractSettings::_load($arg1 = NULL, $arg2 = NULL, $arg3 = NULL) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/collections/model/_collsettings.class.php on line 164

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 334

Strict Standards: Declaration of ItemListLight::query() should be compatible with Results::query($create_default_cols_if_needed = true, $append_limit = true, $append_order_by = true, $query_title = 'Results::Q...') in /membri/revolucion2010/blogs/inc/items/model/_itemlistlight.class.php on line 48

Notice: Array to string conversion in /membri/revolucion2010/blogs/inc/_core/_param.funcs.php on line 1199

Notice: Array to string conversion in /membri/revolucion2010/blogs/inc/_core/_param.funcs.php on line 1199

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 304

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /membri/revolucion2010/blogs/inc/collections/model/_blog.class.php:54) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/_core/_template.funcs.php on line 59

Strict Standards: Declaration of socialbuttons_plugin::SkinBeginHtmlHead() should be compatible with Plugin::SkinBeginHtmlHead(&$params) in /membri/revolucion2010/blogs/plugins/socialbuttons_plugin/_socialbuttons.plugin.php on line 23

Strict Standards: Declaration of socialbuttons_plugin::SkinTag() should be compatible with Plugin::SkinTag(&$params) in /membri/revolucion2010/blogs/plugins/socialbuttons_plugin/_socialbuttons.plugin.php on line 23

Strict Standards: Declaration of PluginSettings::get() should be compatible with AbstractSettings::get($col_key1, $col_key2 = NULL, $col_key3 = NULL) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/plugins/model/_pluginsettings.class.php on line 95

Strict Standards: Declaration of PluginSettings::set() should be compatible with AbstractSettings::set() in /membri/revolucion2010/blogs/inc/plugins/model/_pluginsettings.class.php on line 95

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Strict Standards: Declaration of google_webmaster_plugin::SkinBeginHtmlHead() should be compatible with Plugin::SkinBeginHtmlHead(&$params) in /membri/revolucion2010/blogs/plugins/google_webmaster_plugin/_google_webmaster.plugin.php on line 83

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236
NO ALLA DISINFORMAZIONE "MANIPOLATA" - R-Evolucion 2010
Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 304
  • Home

  • Strict Standards: Declaration of User::dbupdate() should be compatible with DataObject::dbupdate($auto_track_modification = true) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/users/model/_user.class.php on line 1551

    Strict Standards: Declaration of User::dbdelete() should be compatible with DataObject::dbdelete() in /membri/revolucion2010/blogs/inc/users/model/_user.class.php on line 1551

    Strict Standards: Declaration of User::set() should be compatible with DataObject::set($parname, $parvalue, $make_null = false) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/users/model/_user.class.php on line 1551
  • Contact
  • Gallery
  • Log in
  • Latest comments


Strict Standards: Declaration of GenericCategoryCache::clear() should be compatible with DataObjectCache::clear($keep_shadow = false) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/generic/model/_genericcategorycache.class.php on line 49

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 304

Strict Standards: Declaration of GenericCategory::set() should be compatible with DataObject::set($parname, $parvalue, $make_null = false) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/generic/model/_genericcategory.class.php on line 45

Strict Standards: Declaration of Chapter::dbupdate() should be compatible with DataObject::dbupdate($auto_track_modification = true) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/chapters/model/_chapter.class.php on line 38
Zorin Linux simile a Windows


Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 334

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 334

In breve: Ecco il sistema gratuito linux Zorin, in italiano e molto simile a Windows 7. Per chi non vuole rimanere scioccato dal passaggio da Windows a Linux! 

Dettagli risorsa:

Siamo certi che molti di voi hanno avuto la tentazione di installare un sistema operativo Linux, magari su un secondo computer dotato di poca potenza, ma che alla fine hanno rimandato pensando che in fondo il buon vecchio Windows '95 ancora funzionava! E l'uso facile di Windows rimanda sempre questi esperimenti!

In realtà è da un po' di tempo disponibile una versione Linux, chiamata Zorin, totalmente in italiano che non ha nulla da invidiare alla grafica di Windows. In pratica, installando questo sistema operativo Linux, vi sembrerà di usare una versione di Windows molto veloce e performante.

Qui in redazione abbiamo "rivitalizzato" due vecchi computer portatili che ormai erano finiti nel dimenticatoio e li abbiamo regalati ai nostri pargoli. Attenzione, non significa che Zorin è un sistema giocattolo per bambini, questo Linux è molto potente e con tanti programmi gratuiti già installati.
Appena terminata l'installazione sarete subito operativi per navigare in Internet, giocare, scrivere e disegnare. Se vi sembra che pecchiamo d'entusiasmo date prima un'occhiata a questo video ben fatto creato dal sito ComeSiTec.


 

La sensazione è davvero quella di lavorare su un sistema operativo Windows, ma il sistema è linux Ubuntu in versione Zorin. Secondo i produttori di questa ottima distribuzione del sistema operativo gratuito, Zorin è veloce sino a 4 volte Windows. E nel video potete anche notare con quale immediatezza risponde ai comandi.

Zorin è un sistema operativo Linux estremamente sicuro e non ha alcun rischio pratico di infettarsi con virus o malware. Disponibile in più di 55 lingue! E' possibile averlo sia 32 che a 64 bit (dipende dal tipo di processore che avete sul Pc).

La cosa fondamentale è che Zorin OS include già nella sua installazione alcuni utili applicazioni, come il potente word-processor OpenOffice, il navigatore web Firefox o l'editor di immagini GIMP.

Ricapitolando avrete subito un sistema operativo assolutamente gratuito, immediato, veloce, configurabile e con una suite di programmi già installati per essere subito operativi. E la chicca sulla torta: praticamente simile a Windows nell'uso!

Link Download: Zorin Sistema Linux simile a Windows

Fonte: http://www.anarchia.com/dettagli-gratis/Zorin-Linux-simile-a-Windows-9512.html

______________________________________________________________________________________________

Ringraziamo per tutti i Vostri click sui banner nel sito. grin Grazie alla vostra collaborazione abbiamo potuto ampliare il database, il traffico ed inserire la chat.
Perciò cliccate, cliccate, cliccate! kiki Facciamo crescere questo sito per lottare contro la disinformazione e continuate a cercare notizie per vedere ciò che ci circonda!! grin
Anche grazie ad i vostri commenti possiamo verificare ulteriormente le notizie wink.

Lo Staff Revolucion2010.
______________________________________________________________________________________________

Permalink

MONTI MARIO: VIA LIBERA ALLE TRIVELLE IN RIVA AL MARE ITALIANO


di Gianni Lannes

Trivellazioni petrolifere entro le 12 miglia nautiche. “Il limite alle trivellazioni off shore oggi a 12 miglia, deve essere rimodulato”. E’ quanto si legge nella bozza della strategia energetica nazionale appena varata dal governo Monti. Palazzo Chigi, in riunione, a porte chiuse, precisa che le norme adottate in Italia nel 2010 hanno bloccato la maggior parte dell’attività di ricerca e sviluppo off shore cancellando progetti per 3,5 miliardi di euro. La malsana idea dei ministri Clini e Passera è quella di annullare la protezione ambientale, allargando a dismisura le maglie delle prospezioni idrocarburi, avvicinandole sensibilmente alle coste. Nel frattempo il governatore delle Puglia, al secolo Nichi Vendola, continua a delirare: Le lobby del petrolio non sono benvenute”. Il guru di Terlizzi, a chiacchiere, si dichiara ambientalista ma nei fatti ha già autorizzato dal 2006 a tutt’oggi una spietata caccia a petrolio e gas nella terra di Puglia. In barba a normative di protezione ambientale, sanitaria ma soprattutto al buon senso, calpestando impunemente la Convenzione Europea di Aarhus. Monti, con il mare non si scherza.

 

 

______________________________________________________________________________________________

Ringraziamo per tutti i Vostri click sui banner nel sito. grin Grazie alla vostra collaborazione abbiamo potuto ampliare il database, il traffico ed inserire la chat.
Perciò cliccate, cliccate, cliccate! kiki Facciamo crescere questo sito per lottare contro la disinformazione e continuate a cercare notizie per vedere ciò che ci circonda!! grin
Anche grazie ad i vostri commenti possiamo verificare ulteriormente le notizie wink.

Lo Staff Revolucion2010.
______________________________________________________________________________________________

Permalink

Sprint Guide Ninux Giovedì Prossimo al Fusolab 2.0


In questi ultimi tempi nuovi gruppi locali che vogliono replicare il modello di Ninux stanno nascendo in tutta italia. Questi gruppi sentono molto la necessità di guide e documentazione tecnica che li aiuti a costruire nuove reti comunitarie libere.

Al fine di soddisfare questa necessità che diventa sempre più evidente il gruppo Ninux Roma si riunirà al Fusolab 2.0 per unariunione operativa in cui ci si concentrerà nel procedere con i lavori sulle guide di Ninux.

Tutta la community di Ninux è invitata a partecipare!

Chi non è a Roma può partecipare da remoto, lasciando feedback sui documenti condivisi su google docs e comunicando attraverso jabber.

L’obiettivo è quello di realizzare una pagina di si raccolgono i link alle seguenti tematiche:

  • Cos’è un nodo
  • Quanto costa in media
  • Come montare un nodo
  • Configurazione antenne
  • Architettura della rete di Roma
  • Cosa sono le reti comunitarie

Non perdete quest’occasione per collaborare attivamente!

 

Giovedì, 13 Settembre
20:00
Riunione (aka Giovedì Nerd)
Quando: gio, 13 Settembre, 20:00 – 23:30
Dove: Fusolab 2.0: Via Della Bella Villa 94, Roma

 

Fonte: http://blog.ninux.org/2012/09/07/sprint-guide-ninux-giovedi-prossimo-al-fusolab-2-0/

Cos'è Ninux? http://wiki.ninux.org/

Manifesto Ninux http://wiki.ninux.org/Manifesto

La Rete http://wiki.ninux.org/LaRete

 

______________________________________________________________________________________________

Ringraziamo per tutti i Vostri click sui banner nel sito. grin Grazie alla vostra collaborazione abbiamo potuto ampliare il database, il traffico ed inserire la chat.
Perciò cliccate, cliccate, cliccate! kiki Facciamo crescere questo sito per lottare contro la disinformazione e continuate a cercare notizie per vedere ciò che ci circonda!! grin
Anche grazie ad i vostri commenti possiamo verificare ulteriormente le notizie wink.

Lo Staff Revolucion2010.
______________________________________________________________________________________________

Permalink

Roma, piantagione sotterranea di marijuana nell'antica metro A

 


Roma, (TMNews) - Non solo catacombe e antiche vestigia dell'impero: il sottosuolo di Roma nasconde ben altro.In un'area sotterranea di circa sette ettari nell'antica metropolitana di Roma è stata infatti allestita una gigantesca serra per la marijuana. Ha scoprire l'inusuale coltivazione sono stati i finanzieri del Comando Provinciale di Roma nei pressi della stazione di Roma Casilina, in via degli Angeli che hanno sequestrato circa 340 chili di droga e arrestato il titolare dell'azienda agricola.A insospettire i militari nel corso di un normale pattugliamento è stato il forte odore tipico delle piante di marijuana, proveniente da un dirupo della zona nota per la coltivazione di funghi.Erano state realizzate alcune serre per la coltivazione di cannabis con un impianto di lampade alogene ed un sistema di irrigazione. La struttura era completata da una stanza per l'essiccazione, tavoli da lavoro, bilance di precisione e prodotti chimici. La droga sequestrata sul mercato avrebbe reso circa 3 milioni di euro.Il tratto sotterraneo della metro mai utilizzato è stato costruito durante la guerra e avrebbe dovuto collegare con una futura metropolitana il quartiere di Centocelle con la stazione Termini.

Roma, piantagione sotterranea di marijuana... di TMNews
Permalink

NAPOLI, WORD URBAN FORUM: IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA NON SA LEGGERE E FA RIDERE IL MONDO

06/09/12 | by LiberaMenteMimmo [mail] | Categories: Attualità, Notizie del giorno

NAPOLI - Viene definito Giggino a Purpetta e ormai su Facebook è diventato uno zimbello. C'è chi si chiede chi sia (perché magari viene da Milano) e c'è chi risponde: "Giggino a Purpetta, al secolo lo sterminatore di congiuntivi!". In realtà non è altro che Luigi Cesaro, Presidente della Provincia di Napoli, presente due giorni fa alla mostra d'Oltremare a Napoli, dove si è tenuto il Word Urban Forum, un evento voluto dall'ONU. Per Cesaro, Napoli ha avuto una grande possibilità dall'ONU nell'ospitare un evento internazionale di questa portata. Nonostante ciò il Presidente ha espresso la sua soddisfazione con parole poco felici. Riportiamo interamente il suo discorso, così come è stato pronunciato. Sono parole che hanno fatto il giro del mondo e capirete perché. Mi scuso preventivamente se la trascrizione non mi ha consentito di rendere al meglio i fenomeni acustici di cui Giggino è stato capace, purtroppo il correttore automatico mi ha causato non pochi impedimenti. In realtà, per la pace dei linguisti, questo discorso avrebbe meritato una trascrizione nell'alfabeto IPA (International Phonetic Alphabet) tanto per rimanere in tema di eventi "internazionali". "Autorità, signore e signori, oggi ospitiamo nella nostra città e il riconoscimento ufficiale della comunità internazionale e della massima organizzazione planetaria qul'è l'ONI, che siamo in grado di ospitare, promuovere e gestire appuntamenti di spusciore mondiale e siamo onorati per questo grande evento internazionale che l'ONU ha voluto dare questa possibilità a Napoli. Napoli è una metropoli internazionale che in alcune occasioni ho anche definito estrema riferendomi ad alcune sue caratteristiche specificamente uniche. La nostra è l'area urbana con maggiore densità abitativa che si sviluppa su un territorio dove insistono ben due aree vulcaniche. Qui incenieri, architetti trovano un banco di prova duro ed estremo per le loro teorie e per i loro studi. Chi più di noi aveva quindi le caratteristiche più idonee per ospitare la sesta edizione del Wor-wor-worumWORD Urban Forum! Ma non basta! Nel nstro paese è in atto una trasformazione legislativacheabreve vedrà nascere 10 città metropolitane tra cui appunto Napoli e questa coincidenza non poteva essere ignorata ed abbiamo voluto fortemente valorizzare questo puntamento promuovendo, come provincia di Napoli, una sessione speciale sullo sviluppo delle aree urbane e sulle innovazioni legislative in atto in Italia. Domani qui alla mostra di Oltremare sarà presente il Ministro Patroni Griffi che ringrazio per la sua adesione ed i presidenti delle province delle principali città italiane. Insieme studiereme e valutereme i correttivi di miglioramente che possono essere apportati ad una riforma virale in grado di inneschcare un equilibrato in un equilibrato processo di sviluppo delle aree nazionale ad altra concentrazione abitativa. Spero che domani questo grande ente provinciale che presiedo possa essere un buon terreno di cultura per la nascita del nuovo organismo della città metropolitana in Italia, ma sono altrettanto convinto perciò di cui parleremo possa avere anche un orizzonte più ampio, perché questa innovazione attualissima in Italia riguarda tutte le più grande aree urbani del pianeta. Schpesche in questa grande fase di evoluzione di politica economica globale. Napoli non poteva mancare a questo appuntamento ma un meccanismo di apertura ai grandi eventi internazionali. Ringrazio tutti coloro che si sono attivati (….) Sarete i nostri ambasciatori nel mondo e porterete con voi testimonianze ed emoccioni che mi auguro possano parlare di luoghi e di bellezze e di grande cultura nonché di gente dall'ima impareggiabila umanità. Grazia".

Fonte: You-ng.it


Permalink

Thailandia, un paradiso da scoprire.

05/09/12 | by BellaFra [mail] | Categories: Attualità, Novità della Revolucion, Ambiente

thailand 2012

Thailandia.  Se siete interessati a vederla, è un viaggio da fare possibilmente a breve, poichè questo paradiso terrestre è sempre più vittima di turismo selvaggio, sessuale e costruzione massiccia di edifici. Ricercare le bellezze del pianeta (anche in Italia ovviamente) per apprezzarlo e capire l'importanza del prendersene cura può essere il motivo per scegliere le prossime mete da visitare.

Ho avuto la possibilità di visitarla a febbraio 2012. Ottimo periodo aggiungerei. Per nostra fortuna, nel gruppo di viaggio c'erano un ragazzo alla 14' visita, fidanzato con una ragazza thai. Ci hanno consigliato mete e spiaggie, ma sopratutto orari per evitare grandi folle. Se le spiaggie che troverete non vi affascineranno, chiedete dove se ne trovano altre meno affollate, ne vale davvero la pena! Prima di continuare, una piccola lista di cose da portare, ovviamente dopo aver controllato che situazione meteo troverete. ;)

- Crema abbronzante (c'è anche lì ma la scala di protezione è diversa) e fate attenzione, perchè il popolo thai non ama l'abbronzatura, quindi è pieno di creme sbiancanti "whitening". Lo stesso vale per il dopo sole.
- Antizanzare.
- Medicinali generici.
- Attrezzatura x snorleling e scarpe da scoglio (a seconda delle mete).
- Patente (da portare sempre con voi, casco in testa compreso, se affittate uno scooter).
- Occhiali da sole (credo sia importante usarne di buoni per proteggere gli occhi dal sole, lì ne troverete da bancarella, o da negozio, dove i prezzi molto simili ai nostri).
E poco altro poichè lì ci sono acquisti da contrattare per tutti i gusti.

Alcune caratteristiche degli usi e costumi thailandesi.

bandiera thailandeseLa bandiera nazionale del Regno di Thailandia è composta da strisce orizzontali rosse, bianche e blu. Il colore rosso rappresenta la Nazione, il colore bianco rappresenta la Religione, il colore blu rappresenta la Monarchia.

Offendere la bandiera è reato, offendere la Religione è reato, offendere la Monarchia è reato. Le pene sono molto severe e riguardano anche gli stranieri.Quando viene eseguito l'inno nazionale tutti devono ascoltare in silenzio. Quando passa l'automobile reale tutte le attività si fermano, le auto spengono i motori e cessa la musica.Non toccare il denaro con i piedi (considerati la parte meno nobile del corpo): sopra c'è l'immagine del re.Il Buddhismo è religione di Stato.

"Sawasdee" (con l'accortezza di usare la particella "khrap/krup" per gli uomini e "kha" per le donne).

Quando i thailandesi si incontrano, non si stringono la mano. Il saluto abituale e' il wai, con le mani giunte come per pregare. E' con questa forma semplice e graziosa che la gente Thai usa porgere il saluto, congiungendo le mani vicino al viso e abbassando leggermente il capo accennando un naturale e sincero sorriso, con una dolcezza e una semplicita' che ha fatto conquistare alla Thailandia l'appropriato appellativo di Terra dei Sorrisi.

 

Come scritto sopra, i piedi sono la parte meno nobile del corpo, quindi non usateli per indicare qualcuno, ne tantomeno avvicinateli al viso di qualcuno.

La zuppa di noodles è la pietanza onnipresente in un tipico pasto tailandese, anche a colazione! Perciò non resta che provarla! Per i più inrepidi, se ci si trova in città, si possono provare insetti fritti per uno spuntino fuori dal comune. Mentre nelle campagne (dove i rifiuti sono naturali) si possono trovare anche blatte, ritenute una vera prebilatezza. Comunque tranquilli, sono ricercatezze che non vengono offerte facilmente a turisti stranieri.

Molto spesso gli abitanti usano il termine "farang" che vuol dire uomo bianco (di solito inteso come turista sessuale), l'origine della parola è negativa, ma può avere un'accezzione giocosa positiva.

Ottimi massaggi thai o con oli profumati, frutti di ogni tipo, cucina tipica locale e da ogni parte del mondo accompagneranno la vostra visita.

Potrete vedere molte varietà di fiori, specialmente bellissime orchidee. Fare gite a bordo di elefanti in giro per la giungla. Visitare isole paradisiache, (con buone scorte di antizanzare) e vedere fondali marini mozzafiato, con varieta di pesci multicolore ed altri abitanti acquatici davvero insoliti.

 

In ogni meta che possiate visitare, c'è sempre la possibilità di far vertere la vostra vacanza su un aspetto piuttosto che su un altro, e la thailandia non fa eccezione.

Potrete scoprirne il cuore spirituale, ed i suoi monasteri e monumenti religiosi. Vivere la notte tra discoteche e locali per ogni gusto. Scoprire le radici che hanno portato la thailandia allo stato attuale, con miti, leggende e pezzi di storia che vivono ancora nel paese (in molte di queste visite dovrete pagare una sovratassa per stranieri) ma volendo, tolto il prezzo del biglietto aereo, resta comunque una meta economicamente accessibile.

Personalmente gli aspetti più accattivanti sono stati la flora e la fauna locali.

Sperando che questo articolo Vi sia stato d'aiuto. Il resto stà a Voi scoprirlo, buon viaggio e continuate a tenervi informati!

fonti e link utili:

http://www.qsl.net/ik4mrh/letradizioni.htm

http://www.thainaga.com/it/thailandia/cultura.html

http://www.paesionline.it/asia/thailandia/gastronomia.asp

______________________________________________________________________________________________

Ringraziamo per tutti i Vostri click sui banner nel sito. grin Grazie alla vostra collaborazione abbiamo potuto ampliare il database, il traffico ed inserire la chat.
Perciò cliccate, cliccate, cliccate! kiki Facciamo crescere questo sito per lottare contro la disinformazione e continuate a cercare notizie per vedere ciò che ci circonda!! grin
Anche grazie ad i vostri commenti possiamo verificare ulteriormente le notizie wink.

Lo Staff Revolucion2010.
______________________________________________________________________________________________

Permalink

Rimuovere virus Polizia di stato o Guardia di finanza con Combofix

 

Se vi compare questa schermata avete preso un rootkit , per rimuoverlo potete entrare nel sistema premendo il tasto F8 all' avvio del computer ed entrare in modalità provvisoria.
Oppure all' avvio prima di visualizzare la schermata della violazione, premete contemporaneamente i tasti ctrl+alt+canc due tre volte, fino a visualizzare la schermata task menager e rimuovete l applicazione attiva e  nei processi terminate userinit.
A questo punto scaricate il file combofix e scansionate il sistema.
Vi ripulirà il sistema che viene infettato.
Il file colpevole si trova nel registro di sistema digitando regedit da esegui:
Nel percorso
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Winlogon
Dovete cambiare il valore SHELL che sarà un valore casuale nella cartella temp, mettendo il valoreexplorer.exe

 


Permalink

Aruba vittima del phishing - Attenzione, l'email: Aruba - Sospensione Servizi Hosting è una truffa!

05/09/12 | by LiberaMenteMimmo [mail] | Categories: Novità della Revolucion, Internet


Anche il noto web hosting provider Aruba è rimasto vittima del phishing. Si tratta tuttavia del secondo caso in poco meno di una settimana. Il primo tentativo, confermato dalla stessa società, risale allo scorso lunedì e si differenzia da quello odierno per il solo sito clone. I truffatori hanno sfruttato un email alquanto fantasiosa infatti facendo leva sul cambio di aliquota IVA chiedono alla potenziale vittima un conguaglio di 11 euro.

Una cifra apparentemente modesta, se non fosse che in realtà mirano al numero di carta di credito da dover inserire, come unica forma di pagamento, all’interno dell’apposito sito clone ospitato questa volta su server russi.

Questa l’email utlizzata:

From: Aruba
Sent: Wednesday, July 11, 2012 4:41 PM
Subject: Aruba – Avviso di imminente sospensione dei servizi

Gentile Cliente,
in seguito all’aumento della IVA, il costo dei servizi da Lei acquistato è passato dal 19% al 21%.Come già specificato nella precedente comunicazione, sarà necessario un adeguamento del pagamento da lei effettuato in fase di registrazione ed acquisto dei servizi di hosting.
La differenza dovuta ammonta a 11 euro
Il mancato saldo, dopo il terzo avviso, comporterà la sospensione dei servizi entro 48 ore dalla ricezione della presente mail.
Per sua comodità, può effettuare il saldo della differenza dovuta, velocememente mediante il link di pagamento immediato appositamente generato per lei.
Per versare la differenza dovuta, cliccare qui: PAGAMENTO ARRETRATI E DIFFERENZE IVA
Distinti Saluti
________________________
Aruba S.p.A.
Servizio Clienti – Aruba.it
http://www.aruba.it
http://assistenza.aruba.it
________________________

Il sito clone:

Ulteriori informazioni:
ATTENZIONE: E-mail – Avviso di imminente sospensione dei servizi – Aruba.it

 

 

Fonte: Anti-Phishing Italia – www.anti-phishing.it


 


Permalink

11 Settembre: ritrovato esplosivo nelle Torri, ora è ufficiale

 

(ASI)  Ora è ufficiale. Tracce di esplosivi di nano-termite sono stati raccolti dai detriti del WTC poco dopo il loro crollo dell'11/9/2001. Alla Brigham Young University, il professore di fisica, il dottor Steven Jones, ha fatto la scoperta dell'esplosivo insieme ad un team internazionale di nove scienziati.

Grazie quindi alle prove di laboratorio più estese, gli scienziati hanno concluso che i campioni analizzati, hanno mostrato che si tratta di esplosivi nano-termite, generalmente usati per scopi militari.

Dopo un rigoroso processo di peer-review, il loro documento è stato pubblicato nella Bentham Chemical Physics Journal, una delle riviste più accreditate negli USA e che ha approvato alcuni Premi Nobel, essendo rispettata all'interno della comunità scientifica. Primo autore dello studio è Dr. Niels Harrit di 37 anni, professore di chimica all'Università di Copenaghen in Danimarca e un esperto di nano-chimica, che dice: "Il conto ufficiale messo avanti dal NIST viola le leggi fondamentali della fisica."

Il Governo ora sa delle prove che confermano la presenza di Esplosivo Nano-Termite, utilizzati per far cadere tutte le Torri del WTC l'11 / 9.

Fonte: Agenzia Stampa Italia

______________________________________________________________________________________________

Ringraziamo per tutti i Vostri click sui banner nel sito. grin Grazie alla vostra collaborazione abbiamo potuto ampliare il database, il traffico ed inserire la chat.
Perciò cliccate, cliccate, cliccate! kiki Facciamo crescere questo sito per lottare contro la disinformazione e continuate a cercare notizie per vedere ciò che ci circonda!! grin
Anche grazie ad i vostri commenti possiamo verificare ulteriormente le notizie
wink.

Lo Staff Revolucion2010.
______________________________________________________________________________________________

Permalink

DROGA: I NUMERI E LE CHIACCHIERE

 

Postato da  in Uncategorized • 12 ago 2012 alle 15:36

Nel 2010 -lo dice il sito della Polizia di stato alla pagina 173 di questa relazione- i morti per droga in Italia sono stati 374. Ogni anno, sempre nel nostro paese, i morti per tabacco sono circa 80.000 e i morti per alcool circa 30.000.
Numeri -non chiacchiere- alla mano, ne consegue con ogni evidenza -è inutile che fate quella faccia- che rispetto all’alcool e al tabacco il problema della droga è assolutamente marginale: eppure il tabacco e l’alcool possono essere acquistati liberamente, mentre drogarsi è vietato.
Dice: ma se drogarsi non fosse vietato quelli che si drogano sarebbero più numerosi.
Ammettiamo -anche se non c’è la controprova- che sia vero. Ammettiamo che in tal caso i tossicodipendenti diventerebbero molti di più. Diciamo che raddoppierebbero. Anzi, che triplicherebbero. Oppure, tanto per esagerare e tagliare la testa al toro, diciamo che diventerebbero il quadruplo, il che -ne converrete- costituirebbe un aumento decisamente vertiginoso.
Ebbene, posto che il numero di morti legate alla droga aumenterebbe in modo più o meno proporzionale all’incremento dei suoi consumatori, nella nostra ipotesi i decessi -numeri, non chiacchiere, alla mano- arriverebbero a 1.500 l’anno. Un ventesimo dei morti per alcool. Un cinquantesimo dei morti per tabacco.
Eppure la droga è vietata. E quindi i suoi consumatori vengono costretti a condurre una vita da incubo, la criminalità viene gentilmente omaggiata di un redditizio monopolio e le carceri traboccano di spacciatori e tossicodipendenti: tutte “piaghe” che in relazione all’alcool e al tabacco non esistono perché venderli e comprarli è consentito dalla legge.
Il tutto -e questo è il bello- in ragione di un’emergenza che -numeri, non chiacchiere, alla mano- non esiste. Almeno in confronti ad altre questioni molto più gravi che affliggono la società in cui viviamo.
Morale delle favola: i proibizionisti -cioè, a occhio e croce, quasi tutti i partiti politici che si sono succeduti alla guida del paese- hanno preso un problema marginale, l’hanno trasformato -in ragione delle loro politiche ottuse e insensate- in un’emergenza nazionale, per poi invocare quell’emergenza -da essi stessi creata- quale giustificazione delle loro politiche.
Che facciamo, iniziamo a dare un’occhiata ai numeri o andiamo avanti a fare cazzate fidandoci delle chiacchiere?

Fonte: http://libernazione.it/droga-i-numeri-e-le-chiacchiere/

 


Permalink

Iran: quattro banchieri condannati a morte per frode

Quattro imputati sono stati condannati a morte per l'appropriazione indebita di 2.600 milioni di dollari in cui erano implicate sette banche pubbliche e private, il più grande caso di corruzione rivelato nella storia della Repubblica islamica dell'Iran.

Il processo di questo caso è iniziato il 18 febbraio inizialmente con 32 imputati, anche se altri se ne sono aggiunti negli oltre cinque mesi di processo. Inoltre, Mohseni Ejei ha detto che i condannati dovranno restituire il denaro truffato.

 

Decine di persone sono state arrestate in relazione a questo caso in Iran, iniziato nel 2007 quando il gruppo industriale Amir Mansur Arya Investment, guidato da Amir Mansur Josravi, ha fondato una banca privata con la quale ha ottenuto tramite mezzi fraudolenti prestiti di grandi dimensioni dalle principali banche pubbliche iraniane.

 

Dopo la rivelazione del caso lo scorso settembre, Mahmoud Reza Javari, direttore generale del Banco Melli, il più grande dell'Iran di proprietà pubblica, si è dimesso dalla carica e successivamente fuggito in Canada, dove è stato rivendicato dalle autorità iraniane attraverso l'Interpol.

 

Il vice governatore della Banca Centrale dell'Iran, Hamid Purmohamadi, è stato arrestato il 29 settembre in relazione al caso. Il caso è stato usato dai più ultra-ortodossi teocrati musulmani sciiti dell' Iran, riuniti attorno al leader supremo, l'Ayatollah Ali Khamenei, nella sua lotta per il potere contro l'entourage del presidente Mahmoud Ahmadinejad,considerato più aperto ai problemi sociali.

 

I sostenitori di Khamenei, che si definioscono "principalisti" cercano di circondare Ahmadinejad, che qualificano come "deviazionista" e lo accusano di mettere in discussione il primato religioso sul potere politico, che ha già portato in carcere decine di persone vicine al presidente.

Fonte: http://www.net1news.org/iran-quattro-banchieri-condannati-a-morte-per-frode.html


Permalink

Allarme siccità in Italia: perché allora sono intervenuti per ridurre le precipitazioni?

03/08/12 | by LiberaMenteMimmo [mail] | Categories: Scie Chimiche, H.A.A.R.P., Meteo

Prima di lasciarvi all'articolo seguente pubblicato da Stampa Libera, vogliamo sottolineare che in Italia, secondo i dati ufficiali divulgati dal quotidiano inglese 'Guardian' sono state condotte operazioni di geoingegneria finalizzate alla riduzione delle precipitazioni atmosferiche; ne avevamo parlato nell'articolo "complottismo? La geoingegneria è realtà, la mappa delle modificazioni climatiche". Oggi, che l'Italia è preda della siccità, ci chiediamo il perché di queste operazioni, di cui nessun mass media o politico ha mai proferito parola. Vista la situazione dell'Italia, sarebbero sembrate più appropriate operazioni volte ad incentivare le precipitazioni atmosferiche, e non per ridurle; fermo restando, che sarebbe meglio che l'uomo non interagisse nella perfetta macchina della natura...


Staff nocensura.com
- - - --
Allarme siccità: evento programmato a tavolino?
di Alessandra Drago

[...]Dal 30 luglio al giorno primo agosto 2012 avremo quindi elevate temperature, aria secca, nebbie dense di ricaduta, cieli bianchi (così colorati per la presenza di esafluoruro di zolfo, diossido di titanio, alluminio, bario…) e completa assenza di nubi da bel tempo (cumuli)… evidente segno di manipolazione climatica diuturna.Perché allora nelle previsioni meteo si ciarla di precipitazioni piovose? Forse i meteorologi di regime vivono in un altro mondo? No, semplicemente attuano una nuova strategia di condizionamento mentale. Mentre, infatti, gran parte del paese è in grave deficit idrico, i venduti al sistema raccontano di piogge rinfrescanti ed amenità di questo genere, cosicché si produrrà, nella mente di chi ascolta, l’idea che “altrove” sta piovendo, prendendo forma così la convinzione che la siccità e la carestia non sono problemi concreti ed immediati, ma fantasie “cospirazioniste”.[...] Fonte: tankerenemymeteo

Una programmata siccità del territorio italiano è in atto

ETC Group è un’organizzazione internazionale dedicata a “la conservazione e il progresso sostenibile della diversità culturale ed ecologica e dei diritti umani”. L’organizzazione ha preso una posizione pubblica lanciando una campagna contro la geoingegneria (manipolazione climatica globale),tra cui una campagna chiamata “Giù le mani da Madre Terra “, che fu lanciata nel mese di aprile 2010. Nel mese di ottobre 2010 una relazione completa dal titolo “Geopiracy – The Case Against Geoengineering”

Lo scorso 17 luglio sul giornale The Guardian appare questa mappa pubblicata dall’organizzazione che mostra in modo evidente quale e’ il progetto per ciascun paese, da notare che l’Italia e’ contrassegnata con il simbolo riduzione delle precipitazioni quindi un programma siccita’ del territorio italiano. (Fonte articolo, clicca qui)
Mentre i servizi meteo ed i telegiornali cianciano di precpitazioni piovose, che esistono solo nella fervida immaginazione dei manipolatori mentali, gli aerei dell’Evergreen Aviation International, in collaborazione con l’aeronautica militare italiana, bombardano senza tregua l’atmosfera di particolato elettroconduttivo ed igroscopico.
E’ evidente che da questa situazione non si può uscire, se non con una reale presa di coscienza collettiva e con una conseguente decisione delle nazioni di esautorare le criminali classi dirigenti. Ciò appare utopico, per cui ci sembra che, allo stato delle cose, si andrà verso una condizione di siccità e depauperamento dei biomi irreversibili… per non parlare dei danni alla salute umana che si conclameranno nei prossimi anni pure con l’aumento di casi di asbestosi, giacché i filamenti polimericiusati come vettori per gli elementi metallici diffusi, hanno il medesimo effetto delle fibre di amianto. A questo si dovranno certamente aggiungere una vastità di danni neurologici, con nuovi casi di Alzheimer, Parkinson, S.L.A. etc. Di pari passo osserviamo un aumento esponenziale di messaggi subliminali negli spot pubblicitari televisivi, nei fumetti, nelle pellicole cinematografiche, nei libri scolastici, nella cartellonistica etc. dove cieli trattati chimicamente e scie chimiche sono una costante. Ciò significa che il programma di avvelenamento è destinato a proseguire indisturbato nei prossimi anni, sino a quando si saranno raggiunti gli obiettivi e non occorre elencarli. Un buon osservatore avrà certamente compreso dove si vuole arrivare…
Le previsioni ufficiali, per i prossimi giorni, come ormai d’abitudine, vaneggiano di temporali estivi. Nulla di tutto questo, salvo qualche scroscio breve, forse, nel Nord Est. Dal 30 luglio al giorno primo agosto 2012 avremo quindi elevate temperature, aria secca, nebbie dense di ricaduta, cieli bianchi (così colorati per la presenza di esafluoruro di zolfo, diossido di titanio, alluminio, bario…) e completa assenza di nubi da bel tempo (cumuli)… evidente segno di manipolazione climatica diuturna. Perché allora nelle previsioni meteo si ciarla di precipitazioni piovose? Forse i meteorologi di regime vivono in un altro mondo? No, semplicemente attuano una nuova strategia di condizionamento mentale. Mentre, infatti, gran parte del paese è in grave deficit idrico, i venduti al sistema raccontano di piogge rinfrescanti ed amenità di questo genere, cosicché si produrrà, nella mente di chi ascolta, l’idea che “altrove” sta piovendo, prendendo forma così la convinzione che la siccità e la carestia non sono problemi concreti ed immediati, ma fantasie “cospirazioniste”. Purtroppo gran parte della popolazione dorme un sonno profondo e non si vede quindi come superare l’impasse. Certo è che il precario equilibrio dei sistemi atmosferici ha ormai subìto un netto sconvolgimento e per questo motivo possiamo solo pronosticare un futuro climatico drammaticamente instabile. Non appena si affievoliranno le attuali condizioni di pressione, favorevoli ai moderni sistemi d’arma, i militari attueranno tutte le procedure standard che innescheranno nuovi disastri, con alluvioni, frane, distruzione e morte, fornendo poi l’alibi di immaginari cambiamenti climatici. In questo modo sarà portata altra acqua al mulino dei promotori della geoingegneria che, molto presto, sarà ufficializzata.(Fonte: Rosario Marcianò, clicca qui)
Fonte: futuribilepassato.blogspot.itLink

Crisi e siccità: cause diverse, medesime ricette

Siccità e crisi economica: la ricetta degli amministratori per far fronte ai problemi del momento è la stessa. In entrambi i casi, infatti, “la soluzione che ci si prospetta poggia esclusivamente sulle spalle dei cittadini meno abbienti, chiamati a fare sacrifici nel nome di beni sempre meno comuni”.

La siccità imperversa in Toscana e in tutta l’Italia centro-meridionale e, come ormai ogni estate, i nostri amministratori fanno a gara per invitare i cittadini ad un uso morigerato della risorsa idrica.
Qui interviene il Presidente Ceroni dell’Acquedotto del Fiora e a questo link l’assessore all’Ambiente Anna Rita Bramerini, entrambi impegnati a sottolineare i generosi interventi in soccorso alle popolazioni assetate e a consigliare parsimonia nell’uso del prezioso bene comune.
Senza nulla togliere alla sensatezza di questi inviti, ci sembra che questo approccio al problema della siccità ricordi molto da vicino quell’altra ‘siccità’ economica con cui è alle prese il governo dei banchieri di Monti: anche in quel caso di fronte alla crisi dei mutui subprime e all’indebitamento degli Stati sovrani praticato negli ultimi 30 anni di governi ‘cicala’ e pilotato dalle grandi banche mondiali d’investimento, la soluzione che ci si prospetta poggia esclusivamente sulle spalle dei cittadini meno abbienti, chiamati a fare sacrifici nel nome di beni sempre meno ‘comuni’.
Anche lì si omette però di chiederne conto a chi di questa ‘siccità’ porta le maggiori responsabilità.
Per tornare a parlare di acqua, innanzitutto ricordiamo le pesanti responsabilità della classe politica toscana sull’inquinamento prodotto negli scorsi decenni dall’industria, che ha distrutto le tradizionali fonti potabili delle colline metallifere e della piana di Scarlino e Follonica (un intreccio di omissioni e connivenze tra politica ed imprenditoria, molto ben descritto nel recente libro di Roberto Barocci Arsenico e scellerati progetti)
Inoltre portiamo ad esempio alcuni ambiti in cui, con un po’ di buon senso, saremmo ancora in tempo a tutelare la preziosa risorsa senza intaccare i fondi regionali o senza costringere i cittadini a lavarsi a giorni alterni.
Geotermia: Il 18 luglio scorso nella sede della VIA della Regione Toscana, alcuni rappresentanti di comitati amiatini hanno tentato di osteggiare l’avvio dei lavori della centrale geotermica di Bagnore 4 in un vivace contraddittorio con l’Enel. Le centrali geotermiche esistenti, ed in particolare quella di Bagnore 3, nel corso degli ultimi anni hanno contribuito allo sprofondamento dell’acquifero potabile di oltre 200 metri.
Anche i redattori dell’ultimo studio modello Mobidic con il quale si indagava la dinamica, ossia le oscillazioni della superficie dell’acquifero, nelle loro conclusioni dicono che queste non possono dipendere soltanto dalle fluttuazioni climatiche, “ma che possa potenzialmente giocare un ruolo anche una fluttuazione della pressione inferiore” (lo sgonfiamento dei cuscini geotermici).
Biomasse: L’avvento di numerosi impianti industriali a biomassa ha rilanciato in tutta la provincia di Grosseto la produzione di mais, chiunque può costatarlo in questi giorni percorrendo le pianure costiere della provincia, dove i grandi irrigatori pompano giorno e notte acqua da falde già molto compromesse dal fenomeno della salinizzazione.
Golf: Nella località ‘Pianetti’ di Manciano, le Terme di Saturnia SPA hanno recentemente acquistato i diritti di sfruttamento di un ricco pozzo artesiano per irrigare il campo da golf di 18 buche appena ultimato e, per una singolare coincidenza, quest’estate la maggior parte dei pozzi circostanti, destinati alla colture ortive, sono andati in secca. Bisogna tenere presente che si tratta di una zona nota per la ricchezza del suo acquifero, dove, a memoria d’uomo, non si era mai registrato il caso di una falda prosciugata.
Tra i destinatari degli inviti ad un consumo responsabile, i nostri amministratori farebbero bene ad includere in primo luogo se stessi.
Facciano qualcosa di sensato anche loro, fermando la pazza corsa all’energia mal incentivata, che in una provincia che produce già, da rinnovabile, il 150% del suo fabbisogno elettrico, non trova altra giustificazione se non quella del profitto dei pochi ed il danno dei molti, (lunghissima è la lista, nel caso della geotermia, delle possibili controindicazioni di ordine idrogeologico, economico-turistico e sanitario) e ponendo un argine all’incongruo proliferare di campi da golf, capriccioso trastullo d’un esiguo manipolo di ricchi utenti che nel pretendere prati verdi d’altri climi e latitudini, non si preoccupano di mettere in crisi consolidate economie agricole nostrane.
Fonte: ilcambiamento.itLink

Siccità, si combatte il Drago Africano «Situazione drammatica per le colture»

In crisi le coltivazioni di mais e soia. Dopo 45 giorni senza piogge, si stimano danni per 130 milioni a Padova e 150 a Rovigo. La Regione: «Rischio rincari»

PADOVA — Agricoltori in ginocchio a causa della siccità. Dopo 45 giorni senza piogge, le coltivazioni versano in condizioni critiche: nella sola provincia di Padova si stimano danni per 130 milioni di euro. «Sono compromessi interi raccolti di colture estensive, soprattutto mais, soia, barbabietola nelle zone dove l’irrigazione è più difficile. La perdita media per l’intera provincia è nettamente superiore al 30 per cento, con punte che arrivano anche al 100 per cento nelle zone non irrigate della Bassa Padovana», spiega Coldiretti, che ha già inviato una comunicazione all’Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura (Avepa) chiedendo una «urgente verifica della situazione per accertare le reali perdite e individuare i benefici di legge applicabili ».
Ogni giorno senza pioggia i danni si fanno più ingenti. In alcune zone le coltivazioni sono state letteralmente annientate, mentre per le colture di soia e barbabietola non irrigate il danno raggiunge il 40 per cento. In sofferenza quasi la metà dei vigneti e degli oliveti sui Colli Euganei. «Se continua così, il rischio è la perdita di qualità del vino e dell’olio », assicura il presidente di Coldiretti Padova, Marco Calon. Frutta e verdura vengono irrigate e questo inciderà fortemente sui costi, senza contare il fatto che, con il perdurare delle temperature elevate, si rischia di perdere fino a un terzo del prodotto. Se non verranno irrigate le coltivazioni, potrebbero essere compromesse le produzioni di pere, mele, pesche e kiwi. Il «bollettino dell’aridità» è preoccupante. Da Venezia fino a Rovigo, le previsioni della raccolta di granoturco evidenziano un calo di oltre sette milioni di quintali, mentre la produzione di soia potrebbe perdere 560mila quintali.
«I danni in Polesine ammontano a 150 milioni di euro, la metà dei quali per il mais», avverte il presidente di Confagricoltura Veneto, Giangiacomo Bonaldi. «La situazione è drammatica – rincarano dalla Coldiretti del Veneto – le colture danneggiate vanno dal 15 per cento nell’Alto Veneziano fino al 70 per cento nel Basso Polesine. Da più parti è stato chiesto lo stato di calamità». Se in alcune zone comincia a preoccupare il livello di Po, secondo l’Unione Veneta Bonifiche la situazione di fiumi e laghi non desta preoccupazione. «L’acqua non manca, ma servirebbero interventi strutturali per farla arrivare in tutte le zone, migliorando la rete dei canali e creando nuovi bacini, magari utilizzando vecchie cave di ghiaia», assicura il presidente Giuseppe Romano.
Gli agricoltori premono per avere agevolazioni fiscali e condizioni preferenziali di accesso al credito per far fronte alla situazione. La Regione ha chiesto al Ministro di attivare un tavolo di crisi «per dare in brevissimo tempo aiuto concreto ai nostri agricoltori, ma anche per prevenire analoghe situazioni in futuro» assicura l’assessore all’agricoltura Franco Manzato, che ammette: «Il vero pericolo è che in una situazione tanto pesante si alimentino speculazioni e aumenti di prezzi al consumo».
Si muovono anche le banche. FriulAdria ha stanziato 10 milioni di euro per finanziamenti alle imprese agricole colpite dalla siccità in Veneto e Friuli. «Il comparto agroalimentare non può essere lasciato da solo ad affrontare questa ulteriore difficoltà, in un momento economico già di per sè complicato» spiega il direttore generale Carlo Crosara. Intanto le previsioni meteo non lasciano speranze: l’Arpav prevede, a partire da oggi pomeriggio, un graduale aumento dell’afa che per il fine settimane porterà sul Veneto umidità e temperature vicine ai 35 gradi. Colpa del «Drago Africano», com’è già stato ribattezzato il rovente anticiclone proveniente dal Nord Africa e che sta infuocando l’estate italiana.
Fonte: corrieredelveneto.corriere.itLink

Usa: siccità, si allarga il disastro naturale

Il dipartimento dell’Agricoltura dichiara lo stato di allerta per più di metà delle contee. Situazione mai così grave dal 1988. Agevolazioni per agricoltori e allevatori. Alert consumi.

New York – E’ sempre più allarme siccità negli Stati Uniti. La situazione è talmente preoccupante che il dipartimento di Agricoltura ha dichiarato lo stato di disastro naturale in più delle metà delle contee del paese.
Sono dunque quasi 1.660 le contee di 32 stati americani che hanno diritto all’assistenza federale per le perdite che hanno sofferto a causa della siccità. “L’assistenza annunciata aiuterà gli allevatori a far fronte al balzo dei prezzi dei mangimi, alla mancanza preoccupante di fieno e al deterioramento dei pascoli – ha detto Tom Vilsack, segretario del dipartimento, in un comunicato – L’amministrazione di Obama ha intenzione di continuare ad aiutare chi lavora nelle zone rurali dell’America e attraversa questo duro periodo”.
Contadini e allevatori avranno anche il diritto di beneficiare di prestiti a bassi tassi di interesse: in data 29 luglio, solo il 24% circa delle piantagioni di grano hanno manifestato buone o eccellenti condizioni: si tratta del minimo dal 1988.
Il calo delle forniture che deriva dal fenomeno sta facendo balzare i costi per società attive nel ramo della ristorazione come McDonald’s, Coca Cola, Archer Daniels Midland e Smithfield Foods. La scorsa settimana il dipartimento dell’agricoltura ha reso noto che i prezzi dei beni alimentari potrebbero salire fino a +4% nel 2013. Fonte: wallstreetitalia




Fonte: http://www.stampalibera.com/?p=50124#more-50124

Fonte: http://www.nocensura.com/2012/08/allarme-siccita-in-italia-perche-allora.html


Permalink

Pages: << 1 ... 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 ... 32 >>

TRADUCI IL SITO

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio (è consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro).

OFFICIAL CHAT R-EVOLUCION2010

NEWSLETTER


Strict Standards: Declaration of whosonline_plugin::SkinTag() should be compatible with Plugin::SkinTag(&$params) in /membri/revolucion2010/blogs/plugins/_whosonline.plugin.php on line 125

Who's Online?

  • Guest Users: 16

Strict Standards: Declaration of ItemTypeCache::get_option_array() should be compatible with DataObjectCache::get_option_array($method = 'get_name', $ignore_IDs = Array) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/items/model/_itemtypecache.class.php on line 179

More views

XML Feeds


Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 304
free counters

Revolucion2010 YouTube


Strict Standards: Declaration of flash_tag_cloud_plugin::SkinTag() should be compatible with Plugin::SkinTag(&$params) in /membri/revolucion2010/blogs/plugins/flash_tag_cloud_plugin/_flash_tag_cloud.plugin.php on line 327

Banner

il prigioniero news


Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 304
powered by b2evolution blog software

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 304

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 304

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 304

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 304

Strict Standards: Non-static method Hitlist::dbprune() should not be called statically in /membri/revolucion2010/blogs/inc/_core/_misc.funcs.php on line 248