Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 223

Strict Standards: Declaration of UserSettings::get() should be compatible with AbstractSettings::get($col_key1, $col_key2 = NULL, $col_key3 = NULL) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/users/model/_usersettings.class.php on line 208

Strict Standards: Declaration of UserSettings::set() should be compatible with AbstractSettings::set() in /membri/revolucion2010/blogs/inc/users/model/_usersettings.class.php on line 208

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 304

Strict Standards: Declaration of BlogCache::get_option_list() should be compatible with DataObjectCache::get_option_list($default = 0, $allow_none = false, $method = 'get_name', $ignore_IDs = Array) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/collections/model/_blogcache.class.php on line 355

Strict Standards: Declaration of Blog::dbupdate() should be compatible with DataObject::dbupdate($auto_track_modification = true) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/collections/model/_blog.class.php on line 54

Strict Standards: Declaration of Blog::set() should be compatible with DataObject::set($parname, $parvalue, $make_null = false) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/collections/model/_blog.class.php on line 54

Strict Standards: Declaration of Skin::dbupdate() should be compatible with DataObject::dbupdate($auto_track_modification = true) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/skins/model/_skin.class.php on line 608

Strict Standards: Declaration of CollectionSettings::_load() should be compatible with AbstractSettings::_load($arg1 = NULL, $arg2 = NULL, $arg3 = NULL) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/collections/model/_collsettings.class.php on line 164

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 334

Strict Standards: Declaration of ItemListLight::query() should be compatible with Results::query($create_default_cols_if_needed = true, $append_limit = true, $append_order_by = true, $query_title = 'Results::Q...') in /membri/revolucion2010/blogs/inc/items/model/_itemlistlight.class.php on line 48

Notice: Array to string conversion in /membri/revolucion2010/blogs/inc/_core/_param.funcs.php on line 1199

Notice: Array to string conversion in /membri/revolucion2010/blogs/inc/_core/_param.funcs.php on line 1199

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /membri/revolucion2010/blogs/inc/collections/model/_blog.class.php:54) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/_core/_template.funcs.php on line 59
NO ALLA DISINFORMAZIONE "MANIPOLATA" - R-Evolucion 2010 http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php?tempskin=_atom b2evolution 2019-08-21T03:36:18Z
Strict Standards: Declaration of User::dbupdate() should be compatible with DataObject::dbupdate($auto_track_modification = true) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/users/model/_user.class.php on line 1551

Strict Standards: Declaration of User::dbdelete() should be compatible with DataObject::dbdelete() in /membri/revolucion2010/blogs/inc/users/model/_user.class.php on line 1551

Strict Standards: Declaration of User::set() should be compatible with DataObject::set($parname, $parvalue, $make_null = false) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/users/model/_user.class.php on line 1551
TEMI TRATTATI POCO E MALE / Intervento 2 / Maradona Vs Equitalia LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/temi-trattati-poco-e-male/temi-trattati-poco-e-male-intervento-2-maradona-vs-equitalia 2014-02-28T12:58:41Z 2014-02-28T12:59:13Z Strict Standards: Declaration of socialbuttons_plugin::SkinBeginHtmlHead() should be compatible with Plugin::SkinBeginHtmlHead(&$params) in /membri/revolucion2010/blogs/plugins/socialbuttons_plugin/_socialbuttons.plugin.php on line 23

Strict Standards: Declaration of socialbuttons_plugin::SkinTag() should be compatible with Plugin::SkinTag(&$params) in /membri/revolucion2010/blogs/plugins/socialbuttons_plugin/_socialbuttons.plugin.php on line 23

Strict Standards: Declaration of PluginSettings::get() should be compatible with AbstractSettings::get($col_key1, $col_key2 = NULL, $col_key3 = NULL) in /membri/revolucion2010/blogs/inc/plugins/model/_pluginsettings.class.php on line 95

Strict Standards: Declaration of PluginSettings::set() should be compatible with AbstractSettings::set() in /membri/revolucion2010/blogs/inc/plugins/model/_pluginsettings.class.php on line 95

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 236

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 334

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 334

Tutti i Giovedì dalle 20:15 su www.ryar.net potete ascoltare la mia rubrica TEMI TRATTATI POCO E MALE.

Non mi reputo e non sono un esperto o un tecnico, non voglio dimostrare niente, voglio solo mostrare...

http://www.liberamentemimmo.altervista.org/

https://www.facebook.com/LiberaMenteMimmoRoma

https://www.youtube.com/user/fanaticlan

http://www.scoop.it/t/attualita-by-liberamente-mimmo


]]>
TEMI TRATTATI POCO E MALE / Intervento 1 / Fratelli Biviano LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/temi-trattati-poco-e-male/temi-trattati-poco-e-male-intervento-1-fratelli-biviano 2014-02-28T12:07:07Z 2014-02-28T12:07:07Z

Tutti i Giovedì dalle 20:15 su www.ryar.net potete ascoltare la mia rubrica TEMI TRATTATI POCO E MALE.

Non mi reputo e non sono un esperto o un tecnico, non voglio dimostrare niente, voglio solo mostrare...

http://www.liberamentemimmo.altervista.org/

https://www.facebook.com/LiberaMenteMimmoRoma

 

 


]]>
Il “trio medusa” denigra il signoraggio bancario e chi ne parla! LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/attualita/signoraggio-bancario/il-ltrio-medusar-denigra-il-signoraggio-bancario-e-chi-ne-parla 2013-10-12T14:29:53Z 2013-10-12T14:29:53Z trio medusa

Alcuni lettori ci hanno segnalato che il “trio medusa” in una rubrica trasmissa su Radio Deejay ha screditato il tema del signoraggio bancario, paragonandolo a questioni come “i cerchi nel grano ad opera di alieni” e altre corbellerie, inoltre hanno denigrato coloro che ne parlano: dipinti, in pratica, come poveri pirla.

La trasmissione in questione potete ascoltarla QUI

In questo modo non solo conferiscono negli ascoltatori che non conoscono la questione (e ce ne sono ancora moltissimi purtroppo, visto che se ne parla solo sul web) l’idea –sbagliata – che il signoraggio bancario sia una delle tante bufale che circolano sul web: ma oltretutto gettano nel ridicolo chi “osa parlarne”, cercando di innescare – consapevolmente o meno - un meccanismo psicologico che conduce le persone ad evitare di parlarne, per non essere presi per stupidi.

Ci auguriamo che questa sortita non sia frutto della volontà di fare perdere credibilità ad una questione così importante, che è dimostrabilmente alla base della crisi odierna, causa di sofferenze per milioni di persone, fino al suicidio, ma che bensì sia dovuta al fatto che i componenti del Trio Medusa, troppo impegnati nel distrarre i cittadini con la loro satira, non conoscono la questione; dopotutto, essendo censurata ignobilmente da tutti i mass media, ci può stare.

In questo caso, invitiamo il Trio Medusa ad informarsi in merito, e anzi manifestiamo loro la nostra piena disponibilità per fornirgli un po’ di materiale e metterli in contatto con esperti della materia. Invitiamo il Trio Medusa a mettersi in contatto con noi, (redazione@nocensura.com ) se ci forniscono un indirizzo gli spediremmo volentieri, a nostre spese, alcuni libri che affrontano la questione.

Nel frattempo gli consigliamo di leggere il documento sul signoraggio dell’avv. Marra e di guardare qualche video del prof. Auriti; probabilmente il Trio Medusa non è a conoscenza del fatto che l’economista Salvatore Tamburro ha presentato la propria tesi di Laurea sul signoraggio bancario, e che il Presidente del Parlamento Europeo Martin Schultz ha ammesso candidamente che “il sistema monetario è la più grande truffa perpetrata a danno dei cittadini dalle consorterie bancarie e finanziarie“. Così come non sono a conoscenza del fatto che ultimamente persino un sindaco ha iniziato ad organizzare conferenze per parlare della questione monetaria.

Invitiamo tutti i nostri lettori ad esprimere – in modo civile – dissenso per la trasmissione in questione allo staff del Trio Medusa direttamente sulla loro pagina Facebook, disponibile all’indirizzohttps://www.facebook.com/pages/Trio-Medusa/61197119663?fref=tschiedendo al Trio Medusa di “rettificare” o magari di parlare di signoraggio, una questione sicuramente molto seria sulla quale c’è ben poco da ridere.

Rivolgiamo infine un appello a tutti i blogger e gestori di pagine, affinché affrontino la questione, lanciando a loro volta un invito ai lettori per esprimere civile dissenso nei confronti di trasmissioni volte a denigrare una questione così importante. E’ giunto il momento di dire STOP alla disinformazione, anche sotto forma satirica!

Alessandro Raffa per nocensura.com


]]>
Appello alla controinformazione per la causa Biviano LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/novita-della-revolucion/appello-alla-controinformazione-per-la-causa-biviano 2013-09-05T11:59:08Z 2013-09-05T11:59:40Z

Link video: http://www.youreporter.it/video_Appello_alla_controinformazione_per_la_causa_Biviano

Questa volta gli attivisti della pagina facebook MONTECITORIO PER LA VITA NEWS - Mimmo ed Ernesto - escono da dietro le quinte per lanciare un'appello a tutte le forze della controinformazione che allo stato attuale ancora non hanno dato un contributo significativo per la causa. Eccetto deboli e sporadici segnali di partecipazione da parte di alcune di loro. Sandro - in presenza dei due attivisti - espone nuovamente la drammatica tematica per la quale sta combattendo insieme al fratello Marco in nome di tutta la comunità bisognosa delle cure compassionevoli. Una battaglia svolta ad oltranza 24 ore su 24 nel presidio sito in piazza Montecitorio dal 23 di luglio 2013. Nella sua esposizione Sandro sottolinea l'importanza decisionale dell'essere umano affetto da malattie mortali nel sottoporsi a qualsiasi tipo di cura anche sperimentale: il corpo è mio e lo gestisco io. Cosa che oggi la legge impedisce. Il messaggio inviato alla comunità dei controinformatori è chiaro: si parla sempre di "signoraggio bancario", di "debito pubblico truffa", di "scie chimiche", di "organismi geneticamente modificati", di "vaccini dannosi per la salute", di "privatizzazione dello Stato", di "guerre pilotate dall'alto" e di tanti altri importantissimi argomenti, ma quando si presenta l'occasione di agire sul web e sul territorio per una causa altrettanto giusta come il DIRITTO ALLA VITA - che comprende per riflesso tutti gli altri rispettabili argomenti - tutti tacciono... anche se questa battaglia è condotta sotto al "palazzo". Tutto questo accade mentre l'informazione di regime - sulla tematica dei fratelli Biviano - continua a disinformare con violenza, senza limiti ne alcun rispetto per la comunità dei malati. Sandro Biviano apertamente e con coraggio denuncia il nocciolo della questione: secondo me le staminali fanno più male alle case farmaceutiche che all'essere umano. Si ricorda a tutti che il giorno 10 settembre 2013 è indetta la manifestazione MONTECITORIO PER LA VITA Per saperne di più sulla vicenda dei fratelli Biviano consulta gli altri video presenti in questo canale di youreporter: Ernesto71 Oppure visita la pagina facebook MONTECITORIO PER LA VITA NEWS. GRAZIE PER L'ATTENZIONE.

Link al video: http://www.youreporter.it/video_Appello_alla_controinformazione_per_la_causa_Biviano

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/MontecitorioPerLaVita


]]>
Ci siamo trasferiti su questo sito - www.officialchetelodicoafare.altervista.org/ LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/novita-della-revolucion/ci-siamo-trasferiti-sul-nuovo-sito-wwww 2013-07-31T21:07:32Z 2013-07-31T21:07:32Z

Lo Staff della Revolucion2010 vi informa che tutte le attività di informazione e/o contro informazione si sono spostate su questo sito: http://officialchetelodicoafare.altervista.org verranno condivisi progetti, articoli, video documentari e tanto altro ancora... ENJOY!!


]]>
Assemblea nazionale del movimento RETE DEI CITTADINI LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/novita-della-revolucion/assemblea-nazionale-del-movimento-rete-dei-cittadini 2013-06-12T09:03:29Z 2013-06-12T09:03:29Z  



Si prega di indicare la propria partecipazione solo se si è effettivamente interessati e/o se si vuole invitare altri all'evento. 
Evitare i commenti Off Topic, cioè che non c'entrano con l'evento

Bozza di programma 

Mattina: 
Presentazione e discussione dei principi generali di RETE DEI CITTADINI
- Democrazia Diretta
- Sovranità Monetaria
- Ecologia

Pranzo: 
Proposte di iniziative e di punti programmatici 

Pomeriggio: 
- Rinnovo delle cariche sociali
- Comunicazione 
- Discussione e votazione sulle iniziative e sui punti programmatici

P.S. La partecipazione è aperta a tutti (le votazioni sono aperte solo agli iscritti)

Fonte: https://www.facebook.com/events/548440218532585/?fref=ts


]]>
Petizione per annullare la sentenza per l’assassinio di Stefano Cucchi LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/attualita/petizione-per-annullare-la-sentenza-per-lrassassinio-di-stefano-cucchi 2013-06-09T12:59:41Z 2013-06-09T12:59:41Z di Redazione

In data 5 giugno l’Italia ha assistito a un’altra sentenza vergognosa… l’ennesima. Che ha lasciato la solita ambigua ombra dietro di se, e il dubbio ai cittadini italiani che possano esistere poteri forti, capaci di tramare nelle retrovie e creare pressioni tali da disturbare o dirottare, quello che dovrebbe da sempre e per sempre, essere un drappo immacolato nelle mani del popolo e degli oppressi… LA GIUSTIZIA.
Questa petizione vuole quindi avere lo scopo di indire una commissione straordinaria che possa vigilare sulla regolarità e la trasparenza delle procedure durante il ricorso in appello e qualora la sentenza non sia nuovamente sinonimo di giustizia, chiedere alla corte di cassazione di annullare e riesaminare dal principio il caso Cucchi, in altro foro giudiziario, con diverso giudice, diversa giuria e nuovamente una commissione straordinaria che possa vigilare su regolarità e trasparenza delle procedure durante tutto l’iter giudiziario, fin quando giustizia non sarà fatta. Vuole essere altresì una dimostrazione di vicinanza ai familiari di Stefano Cucchi, e una costruttiva pressione psicologica ai giudici che emetteranno sentenza, che l’Italia li sta guardando e vuole dimostrazione che la giustizia italiana goda ancora di buona salute.

http://www.change.org/petitions/ministro-della-giustizia-anna-maria-cancellieri-annullamento-della-sentenza-stefano-cucchi-e-riesame-in-un-altro-foro

Fonte: http://www.ilfarosulmondo.it/wp/?p=18169


]]>
La banca vaticana Ior: un paradiso fiscale “off shore” dentro le mura di Roma LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/attualita/la-banca-vaticana-ior-un-paradiso-fiscale-loff-shorer-dentro-le-mura-di-roma 2013-06-05T09:38:54Z 2013-06-05T09:38:54Z ++ PAPA:P.LOMBARDI, NEI PROSSIMI GIORNI PRESIDENTE IOR ++L’Istituto per le Opere di Religione (Ior) è l’unico Ente, se si esclude l’Apsa (Amministrazione del patrimonio della sede apostolica), che può essere definito “istituzione finanziaria” dello Stato del Vaticano. Ha personalità giuridica propria e sede nella Città del Vaticano dove, nel famoso torrione Niccolò V, si trova l’unico sportello bancario. Come per le banche svizzere, il suo punto di forza risiede nell’inossidabile segreto bancario: le richieste di rogatorie sono state quasi sempre disattese; gli impiegati e i dirigenti non possono essere intercettati, interrogati, giudicati o arrestati.

Non c’è praticamente inchiesta di natura finanziaria di una certa importanza in cui lo Ior non sia stato coinvolto, come confermato anche dall’archivio Dardozzi rivelato dal giornalista Gianluigi Nuzzi (vedi L’opacità dei rapporti tra potere vaticano e stato italiano): l’inquietante triade Sindona-Calvi-Marcinkus (tra mafia, speculazioni finanziarie ed enormi flussi di denaro illegali) il Credito valtellinese, il Monte Paschi di Siena e fors’anche le dimissioni del papa. Pur risalendo al 1887, la sua nascita effettiva risale al 1929, quando, per risarcire i danni derivanti dall’esproprio di beni immobili, lo Stato italiano versò alla Santa Sede una cifra enorme che il banchiere laico Bernardino Nogara investì in diversi rilevanti settori dell’economia italiana. Dall’ultimo Statuto (1990) risulta che il suo scopo è «provvedere alla custodia e all’amministrazione dei beni mobili e immobili trasferiti od affidati all’Istituto medesimo da persone fisiche o giuridiche e destinati ad opere di religione e di carità» (art. 2).

La gestione è affidata alla Commissione cardinalizia, al Consiglio di Sovrintendenza (una sorta di consiglio di amministrazione), alla Direzione generale e ai revisori, sul modello delle società di capitale. All’inizio del 2011, lo stesso Stato vaticano ha presentato una richiesta di valutazione al Consiglio d’Europa che, tramite la divisione Moneyval, si occupa di assicurare l’esistenza di «efficaci sistemi di contrasto del finanziamento al terrorismo e del riciclaggio di denaro». Dal relativo report risulta che il papa ha la disponibilità di un conto di 55 milioni di euro per il perseguimento della sua “universale missione” e che, a novembre 2011, i 104 impiegati dello Ior hanno gestito 6,3 miliardi di euro di 20.772 clienti (par. 124) con 33.404 conti correnti.

Dal primo esame, è emerso che lo Ior non rispetta ben 7 delle 16 principali raccomandazioni che garantiscono una completa e fattiva trasparenza finanziaria e soprattutto è stato rilevato un evidente difetto di vigilanza dell’Autorità di informazione finanziaria. Non molto tempo fa, il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza episcopale italiana, ha dichiarato: «Gli italiani hanno bisogno della verità delle cose: senza sconti, senza tragedie, ma anche senza illusioni». Ci aspetteremmo lo stesso rigore e la stessa attenzione anche per lo Ior, senza farci illusioni ma con la stessa identica convinzione che gli italiani hanno bisogno di conoscere la “verità delle cose”.

fonte: http://www.lucidamente.com/23618-banca-ior-vaticano-italia/

fonte: http://www.signoraggio.it/la-banca-vaticana-ior-un-paradiso-fiscale-off-shore-dentro-le-mura-di-roma/


]]>
Dargen D'Amico | Il Presidente [Musica della Revolucion2010] LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/musica/dargen-d-amico-il-presidente-musica-della-revolucion2010 2013-06-04T08:36:38Z 2013-06-04T08:36:38Z

Se ti suicidi è un peccato, mortale
il suicidio nucleare è una scienza neutrale
ma solo nelle mani dell'America
che è l'unica che lo merita, santissima emerita
memoria corta, l'etica non conta
l'America forniva gli armamenti ai Contras
coi soldi ricavati dalla vendita delle armi all'Iran
ora si odiano, però! È così avvincente spero non finirà

Conosci il tuo nemico e ama chi combatti
facilita il terrorismo, vendigli le armi
e più ti candidi
meno sei candido, meno sei candido
Il Presidente americano dice di essere africano ma non recita mai bene e da qui nessuno ci crede
vi assicuro vi darò di più di quel che avete
se oggi avete solo fame, vi farò avere anche sete

I terroristi sono sempre gli altri
noi siamo sempre i santi
eppure la statistica dovrebbe aiutarci
ma la legge dei grandi numeri, per noi non ha i numeri abbastanza grandi
quindi armiamo minoranze per svolte democratiche
perché le maggioranze sono poco pratiche
sono troppo lente e il mercato va veloce
allora? Quanto ci vuole ancora per finire quella croce?

La convivenza l'utopia,vivere in armonia
Armenia, Kurdistan, Turchia
e più ti candidi
meno sei candido, meno sei candido
Il Presidente americano dice di essere africano ma non recita mai bene e da qui nessuno ci crede
vi assicuro vi darò di più di quel che avete
se oggi avete solo fame, vi farò avere anche sete

Ti controllano attraverso ciò che più ti piace
le graduatorie sono guerra ma in tempo di pace
andrà bene, vi assicuro ce la faremo
vi assicuro, così se morite voi io ritiro il premio
punti di vista
cinque mariti e nessun figlio
di là cinque figli e nessun marito
punti di vista
i pirati difendono il mare della Somalia
BankItalia è un privato con interessi alle Cayman

Non puoi giudicare Dio dagli uomini
ma puoi giudicare gli uomini dai rifiuti atomici
e più ti candidi
meno sei candido, meno sei candido

Il Presidente americano dice di essere africano ma non recita mai bene e da qui nessuno ci crede
vi assicuro vi darò di più di quel che avete
se oggi avete solo fame, vi farò avere anche sete


Altri testi su: http://www.angolotesti.it/D/testi_canzoni_dargen_damico_8589/testo_canzone_il_presidente_1754821.html
Tutto su Dargen Damico: http://www.musictory.it/musica/Dargen+Damico

 


]]>
Uva, adesso la protesta viaggia sulla "500" LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/attualita/uva-adesso-la-protesta-viaggia-sulla-500 2013-06-03T17:03:03Z 2013-06-03T17:03:03Z La nuova iniziativa della sorella del ragazzo morto nel 2008 dopo una notte in caserma. Oggi si è presentata con un'autovettura coperta di scritte "giustizia" davanti al tribunale. Solidarietà dai passanti

Non si può dire che manchi la determinazione a questa donna: Lucia Uva, 53 anni, da 5 anni chiede che sia riaperto il caso del fratello, morto nel 2008 all’ospedale di Varese , dopo una notte trascorsa nella caserma dei carabinieri. La procura, fino a questo momento, ha concluso che la morte dell’uomo è stata determinata da un errore medico. Ma il tribunale nel primo processo sul caso ha assolto uno psichiatra e ora sono davanti al gup di Varese altri due medici. Lucia Uva non è convinta, e in tutte le sedi, da anni, urla la sua verità, e cioè che Giuseppe, secondo lei, fu picchiato da poliziotti e carabinieri (otto per la precisione) che quella notte furono chiamati per l’intervento in caserma.


TUTTA LA VICENDA IN SINTESI

Lucia Uva, oggi, è arrivata a una forma di protesta ancora più plateale. Si è presentata, alle 12, davanti al tribunale, con una Fiat 500 completamente tappezzata di scritte: «Noi vogliamo giustizia». Sul cofano, sui paraurti, sulle portiere, le facce di una serie di uomini e donne morti, in Italia, in circostanze misteriose o comunque violente. Da Fausto e Iaio, militanti del centro sociale Leoncavallo assassinati nel 1978 a Milano, a Valerio Verbano, ucciso in casa da estremisti di destra nel 1980 (caso ancora irrisolto), fino a Carlo Giuliani, per passare poi ad altri casi di morti dopo arresto, come Federico Aldrovandi o Stefano Cucchi. «Guardate che cosa deve fare una donna di 53 anni per avere la giustizia che si merita» ha urlato Lucia, davanti al palazzo di Giustizia, sotto gli occhi esterrefatti dei passanti. «Da oggi girerò con quest’auto – afferma – ci sono scritte realizzate su un bene privato, nessuno me le può far togliere, e così ogni viaggio sarà una protesta». La donna ha stretto la mano al procuratore capo Maurizio Grigo, incrociato in piazza. Un brevissimo colloquio, con una semplice battuta cordiale.

LE IENE
L’aspetto che colpisce di più di questa vicenda è la capacità di coinvolgimento che Lucia ha avuto rispetto al suo e ad altri casi. Ieri sera Le Iene hanno mandato in onda un servizio di 20 minuti sulla vicenda. La Uva e il giornalista Massimo Casciari di Mediaset sono infatti indagati perdiffamazione di due carabinieri, dal pm titolare del fascicolo il sostituto procuratore Agostino Abate, ed è indagato per lo stesso reato anche un regista che ha realizzato un documentario sulla vicenda.Sarà anche l’eco mediatica del caso, ma questa mattina Lucia Uva è stata raggiunta da una donna che le ha consegnato delle donazioni per pagare gli avvocati. Solo per ritirare gli atti del fascicolo ha dovuto sborsare circa 2mila euro, raccolti con una sottoscrizione online. Poi Lucia ha preso i video degli interrogati di indagine e li ha riversati su youtube, dove sono tuttora visibili. Mentre parlava con i giornalisti l’autista di un camion che stava effettuando delle consegne si è fermato e le ha urlato: «Signora vada avanti, non si fermi». Ci sono poi interrogazioni parlamentari, appelli al ministro ed esposti al csm, e alla corte d’appello.

 

Fonte: http://www3.varesenews.it/varese/uva-adesso-la-protesta-viaggia-sulla-500-264699.html


]]>
Gli avevano dato un mese. Dopo 7 anni, è vivo grazie al LIMONE. Perché ci nascondono i suoi benefici? LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/alimentazione/gli-avevano-dato-un-mese-dopo-7-anni-e-vivo-grazie-al-limone-perche-ci-nascondono-i-suoi-benefici 2013-06-02T23:18:05Z 2013-06-02T23:18:05Z Tre medici e un cardiochirurgo mi avevano dato un mese di vita. Sono passati sette anni. Sono vivo grazie al LIMONE. Ho preso per sei mesi antibiotici per curare una cistite. Mi ha curato il LIMONE.

Dopo sei mesi di una cistite devastante, dove a ogni antibiogramma risultava la morte di un batterio ma la vita di altri cinque o sei, dopo aver preso tutti gli antibiotici possibili e immaginabili, senza contare le visite specialistiche fino ad arrivare a un luminare di urologia, in preda alla più cupa disperazione e a bruciori da incubo, ho deciso di provare la “cura” di un amico dietologo, nutrizionista e gastroenterologo. Non gli credevo, ammetto. Non gli ho proprio dato credito convinta che – parliamo di quasi vent’anni fa – solo la medicina “ufficiale” avesse la risposta.

Quando poi arrivi “alla frutta”, in questo caso di nome e di fatto, ti arrendi e provi anche i rimedi…cui non credi. Tanto per non aver rimpianti.

Una spremuta di tre limoni succosi, seguiti da tre bicchieri d’acqua la sera prima di andare a dormire, con l’ordine tassativo di “tener duro” fino al mattino seguente. Convinzione, zero. Disperazione, diecimila. Immaginate la sorpresa quando, dopo solo qualche giorno, non sentivo più bruciore, il sanguinamento era scomparso, e all’ennesimo antibiogramma i valori erano perfetti?

Ma se il limone è riuscito a curare un disturbo come la cistite, forse possiede altre doti nascoste?

Comincia così, una ricerca lunga e laboriosa. Sapete che ricerche diverse hanno dimostrato che Il limone è in grado di uccidere le cellule tumorali, dimostrando un’efficacia 10.000 volte più forte della chemioterapia? Poi t’imbatti nelle dichiarazioni rilasciate a Ok Salute – di cui è garante scientifico – da Umberto Veronesi: “Una bella limonata fa da scudo contro il cancro. La ricerca ha evidenziato per questo frutto un ruolo speciale nella prevenzione, sebbene nessun alimento da solo possa essere uno scudo efficace se non è inserito in una dieta e in uno stile di vita salutare. Nei limoni ci sono molecole con notevoli proprietà antiossidanti, capaci di contrastare l’azione dei radicali liberi, che possono alterare la struttura delle membrane cellulari e del materiale genetico (DNA) e quindi aprire la strada ai processi di formazione della neoplasia. Sono i flavonoidi, presenti ad alte concentrazioni, e i limonoidi (che si ritrovano soprattutto nella buccia e che contribuiscono a fornire il tipico sapore agro). In più, hanno il potere di limitare le infiammazioni croniche, che a loro volta sono alla base, spesso, della trasformazione neoplastica dei tessuti. I limonoidi, dal canto loro, mostrano una diretta capacità di frenare alcuni tipi di cellule cancerose, come quelle del neuroblastoma: l’hanno verificato, per ora solo in provetta, i ricercatori della Texas Agriculture Experiment Station di Chillicothe (Stati Uniti).  L’ideale è una spremuta di un limone il giorno. E una spruzzata di limone sull’insalata, è un gesto che bisognerebbe ricordarsi di fare più spesso”.

Ulteriori ricerche confermano che il limone è un rimedio provato contro praticamente tutti i tipi di tumore. Non solo, è uno spettro anti-microbico contro le infezioni batteriche e i funghi, funziona come antidepressivo, utile contro stress e disturbi nervosi, regolatore di pressione alta, combattente naturale di parassiti interni e vermi.

Secondo uno studio statunitense, il limonene, sostanza contenuta nel limone, pare sia impiegata con successo nella distruzione dei calcoli nella cistifellea, e nella cura di tumori a pancreas, stomaco e intestino.

Ma torniamo ai flavonoidi: uno studio pubblicato su Journal of Agricultural and Food Chemistry rivela che queste sostanze sono in grado di limitare l’azione di particolari molecole con alto potenziale cancerogeno. Un’altra ricerca, pubblicata su Current Cancer Drug Targets, afferma che i flavonoidi hanno il potere di rallentare il processo di duplicazione delle cellule tumorali.

Allora perché siamo costretti ad assumere versioni sintetiche di sostanze naturali?

Un nostro lettore scrive che il limone gli ha salvato la vita. “Tre medici, un cardiochirurgo…un mese di vita…storia lunga ma sono vivo dopo più di sette anni, non assumo più alcun farmaco”. Come, scusa? “In poche parole dopo il ricovero, dopo aver fatto tre volte l’Ecocolordoppler (metodica diagnostica non invasiva, che permette la visualizzazione ecografica dei principali vasi sanguigni e lo studio del flusso ematico al loro interno nda) tre medici diversi e un cardiochirurgo mi danno da un mese a una settimana di vita. Diagnosi: una necrosi ha compromesso già più del 25 % del cuore…Non si può più fare molto … Arrivederci e grazie! Una mia carissima zia mi consiglia “metti il Limone”. Così ho fatto, direttamente sul cuore: piano piano ho avuto miglioramenti fino alla completa guarigione”.

Il succo di limone è utile nel prevenire e curare la malattia? Pare proprio di sì. Ha un sapore abbastanza gradevole e soprattutto non produce gli effetti terribili della chemioterapia. Ma interessante è l’effetto che produce su cisti e tumori.

Inevitabile continuare a cercare, il WEB e i libri sono fonte inesauribile di bufale, certo, ma anche di notizie.

Come diceva Agatha Christie: “Una coincidenza è una coincidenzadue coincidenze fanno un indizio, tre coincidenze fanno una prova”.

Una delle fonti sulle proprietà anticancerogene del limone ha dell’incredibile, perché arriva nientemeno che da uno dei più grandi produttori di droga al mondo: dal 1970, dopo più di venti test di laboratorio, si rileva che distrugge le cellule maligne in dodici tipi di cancro, incluso quello del colon, del seno, della prostata, polmone e pancreas.

Addirittura, secondo l’Istituto di Scienze della Salute di Baltimora, i composti dell’albero di limone hanno dimostrato un’efficacia 10.000 volte superiore di uno dei più usati farmaci chemioterapici. Non bastasse, pare che questo tipo di terapia a base di estratto di limone abbia la capacità di distruggere solo le cellule tumorali maligne senza influire su quelle sane.

Gli studi sul limone davvero si sprecano, così scopriamo che il limone è un valido aiuto anche per chi ha poche difese immunitarie perché può “aumentare” la produzione dei globuli bianchi. Anche per quanto riguarda il trattamento del diabete, questo frutto si è dimostrato un ottimo deterrente.

Studi scientifici in fase ancora embrionale, hanno individuato nella tangeritina, elemento presente nella buccia del limone, la possibilità di controllare i livelli di colesterolo nel sangue. Allo stesso tempo, sono all’esame i suoi effetti positivi nella cura del morbo di Parkinson.

Secondo la Reams Biological Ionization Theory, il limone sarebbe l’unico alimento anionico al mondo, caratteristica che lo renderebbe particolarmente benefico per la salute, grazie al contributo dato nell’interazione tra cationi e anioni, necessaria per la produzione di energia a livello cellulare.

Per le proprietà depurative e disintossicanti, sarebbe opportuno bere una spremuta di limone il mattino a digiuno. Tutti siamo convinti delle sue proprietà astringenti? Ebbene, bevuto il mattino, il limone aiuta a regolare l’intestino…e combatte la cellulite.

Ma l’uso del limone è davvero infinito: tarmicida naturale, è sufficiente appendere negli armadi qualche sacchetto di tela contenente scorze di limone secche per tenere alla larga le tarme.

Gli antichi Egizi ne usavano il succo per curare le dermatiti. Potremmo andare avanti all’infinito, ma se gli antichi usavano il limone come vera e propria medicina naturale in grado di curare e prevenire malattie, dov’è finita tutta questa conoscenza?

Concludiamo con una breve sintesi, una sorta di “Bignami” dei benefici effetti del limone:

  • Ostacola l’insorgere dell’osteoporosi
  • Riequilibra il Ph del corpo
  • Migliora la digestione
  • Favorisce il riposo
  • Previene raffreddore e influenze
  • Depura il fegato
  • Elimina gli acidi urici
  • Favorisce l’attività intestinale
  • Dissolve i calcoli biliari, renali e i depositi di calcio che si accumulano nei reni
  • Previene la calcolosi urinaria
  • Contrasta i radicali liberi
  • Previene l’invecchiamento cellulare dell’organismo
  • Abbassa il colesterolo
  • Favorisce la digestione
  • Ha proprietà antibatteriche
  • Elimina i parassiti intestinali
  • Rafforza i vasi sanguigni
  • Regola la pressione del sangue
  • Ha proprietà anticancro
  • Favorisce la produzione di energia

Se una mela il giorno toglie il medico di torno, cosa ci costa aumentare l’utilizzo del limone nella nostra vita quotidiana, partendo dal famoso bicchiere il mattino?

Dedicato a mio padre, che del limone non sapeva nulla…agli amici persi per la via, e a quelli che ancora stanno male…la cui vita, probabilmente, grazie al limone avrebbe potuto avere un sapore diverso.

Cristina Colombera

Fonte: http://www.ilgiornaledellebuonenotizie.it/?p=18565


]]>
Come uscire dalla dipendenza del denaro? LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/economia/come-uscire-dalla-dipendenza-del-denaro 2013-06-01T10:41:52Z 2013-06-01T10:41:52Z Ho sempre ritenuto bizzarro il tema denaro, un po come il riconoscimento di sé, di chi siamo: viviamo spesso abitudinariamente nella società che ci viene offerta/imposta, pensando che sia normale, senza mai porci quelle domande esistenziali che portano inevitabilmente a chiedersi: che senso ha tutto questo? Cos'è la vita? Chi sono io? Come disse Shakespeare, ignorare quello di cui dovremmo essere più certi.

Perché accomuno questo con il tema denaro? Beh, miliardi di persone cercano in ogni modo di sopravvivere procurandosi denaro, mentre altri corrono come matti per cercare di accumularne sempre di più, ma nel 90% dei casi quando chiedo alle persone cosa è il denaro, rispondono in maniera errata. E' un paradosso che fa ridere, tutti ne parlano, coinvolge la vita di tutti in un modo o nell'altro, il suo significato all'interno dell'economia viene dato per scontato, quando in realtà non lo è. La maggior parte della gente non sa cosa è il denaro e di conseguenza è succube dell'impiego che viene esercitato tramite di esso da una cerchia ristretta di persone che lo creano dal nulla e lo manovrano a loro piacimento da tanto, tanto tempo.

Non è forse bizzarro? Viene toccato, scambiato, cercato e procurato da quasi ogni persona su questo pianeta tutti i giorni e il 90% (forse di più) della gente non sa cosa è, e che ruolo ha all'interno dell'economia. Va da sé che il primo passo fondamentale è comprendere la natura del denaro e lo scopo che ha nella società attuale.

Partendo dal fatto che ciò di cui abbiamo bisogno per vivere sono beni e servizi, il denaro è unmezzo di semplificazione per lo scambio di beni e servizi. E' un concetto mentale, una valuta a cui attribuiamo un valore e che accettiamo in quanto consapevoli di poterla scambiare nuovamente con beni e servizi di cui abbiamo necessità.

Nel baratto ad esempio lo scambio è diretto, senza alcun mezzo di semplificazione. Questo sistema è però poco funzionale per il sistema economico attuale, perché rende difficilmente quantificabile ad esempio per un coltivatore valutare quanti pomodori servono per comprare un trattore, quando il venditore del trattore non ha bisogno di così tanti pomodori. Nasce così l'esigenza di un mezzo di semplificazione per lo scambio, un concetto mentale a cui appunto attribuiamo un determinato valore che poi viene trasferito su un metallo come oro ed argento, su un pezzo di carta o addirittura con un numero su un monitor di un computer. Niente di più, niente di meno.

Come potremmo gestire questo mezzo di semplificazione dello scambio affinché sia sostenibile e funzionale per la società?

 

Fonte: https://www.facebook.com/informareXresistere


]]>
Come avvicinare un cane che cerca di mordere e vedere come vi ricompensa [video] LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/ambiente/come-avvicinare-un-cane-che-cerca-di-mordere-e-vedere-come-vi-ricompensa-video 2013-05-31T09:49:54Z 2013-05-31T09:51:11Z Salvare un cane dopo che ha subito abusi ed è stato abbandonato sembra un’impresa difficile, sopratutto quando il cane è ancora cucciolo e molto spaventato.

Questa è la storia di Ralph un cucciolone di quelli che si trovano per strada e che ti mostrano subito i denti, cercano di morderti, uno di qui cani che sono stati violentati al punto da provocare ferite ben più profonde che quelle della carne. Eppure Ralph ha avuto un angelo che lo ha non solo notato, ma anche segnalato all’associazione Hoper For Paws che ha fatto di tutto per salvarlo.

Ci sono voluti giorni prima di riuscire ad avvicinarlo, trucchi, trappole di varie misure, pazienza e tanta forza di volontà, solo così  i volontari sono riusciti a prenderlo e a portarlo da Eldad Hagar & Audrey Spilker Hagar i fondatori dell’associazione no profit Hoper for Paws non chè veterinari.

Ralph era visibilmente terrorizzato tanto da cercare perfino di mordere i ragazzi che gli davano il cibo, ma con la pazienza che solo un amante degli animali riesce ad avere, Eldad è riuscito a conquistare quel poco di fiducia che era rimasta a Ralph e guardate come gli occhi del piccolo si riempiono di gratitudine, qualcosa che davvero non ha prezzo e non si può comprare con nulla.

 

 

Fonte: http://www.eticamente.net/10356/come-avvicinare-un-cane-che-cerca-di-mordere-e-vedere-come-vi-ricompensa-video.html


]]>
10 motivi per bere al mattino acqua calda e limone LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/salute-e-medicina/10-motivi-per-bere-al-mattino-acqua-calda-e-limone 2013-05-16T10:13:23Z 2013-06-01T10:15:09Z  

Al mattino appena svegli e a digiuno proviamo a iniziare bevendo una tazza di acqua e limone, elementi semplici ma benefici.

Il succo così acido del limone ha la sua principale proprietà proprio nell’avere nel nostro organismo, un’azione contraria, cioè alcalinizzante. Gli acidi che lo caratterizzano una volta introdotti nell’organismo danno infatti reazione basica, questo perché durante la metabolizzazione l’acido citrico si ossida e i sali che ne derivano danno origine a carbonati e bicarbonati di calcio e potassio che contribuiscono all’alcalinità del sangue.

Questi benefici dell’iniziare la giornata con il limone:

1. Rafforza il sistema immunitario: I limoni sono ricchi di vitamina C e di potassio, che stimola le funzioni cerebrali e nervose. Il potassio aiuta anche il controllo della pressione arteriosa.

2. Bilancia il PH: Bere acqua di limone ogni giorno riduce l’acidità totale del vostro corpo. Il limone è uno degli alimenti più alcalini. Sì, il limone ha acido citrico, ma non crea acidità nel corpo una volta metabolizzato.

3. Aiuta la perdita di peso: I limoni sono ricchi di fibre di pectina, che aiutano a combattere la fame. È stato anche dimostrato che le persone che hanno una dieta più alcalina perdono peso più velocemente.

4. Aiuta la digestione: Incoraggia il fegato a produrre la bile, che è un acido che è richiesto per la digestione. La digestione risulta efficiente e si riducono il bruciore di stomaco e la costipazione.

5. È un diuretico: limoni aumentano il tasso di minzione nel corpo, che aiuta a purificare. Le tossine sono, pertanto, rilasciate in modo più veloce per aiutare a mantenere la salute del tratto urinario.

6. Pulire la pelle: Il componente di vitamina C aiuta a diminuire le rughe e imperfezioni. Acqua di limone elimina le tossine dal sangue e aiuta a mantenere la pelle chiara. In realtà, può essere applicato direttamente sulle cicatrici per ridurre il loro aspetto.

7. Rinfresca l’alito: Non solo questo, ma può aiutare ad alleviare il dolore e gengiviti. L’acido citrico può erodere lo smalto dei denti, quindi questo deve essere controllato molto bene.

8. Allevia i problemi respiratori: acqua calda limone aiuta a sbarazzarsi di infezioni polmonari e fermare la fastidiosa tosse.

9. Aiuta contro la disidratazione: Una tazza di acqua e limone al mattino previene la disidratazione e la cosiddetta fatica cronica o fatica surrenale. Quando il corpo è disidratato, o profondamente disidratato (fatica surrenale) non può svolgere tutte le sue funzioni in modo appropriato, e questo porta ad accumuli di tossine, stress, costipazione, e tutta una serie di altri disturbi.

10. Aiuto a eliminare il caffè: Dopo aver preso un bicchiere di acqua calda limone, la maggior parte delle persone suggeriscono che non hanno alcun desiderio di caffè al mattino.

L’acqua deve essere calda o tiepida, perchè l’acqua fredda crea uno shock al nostro intestino.

Fonte: http://ambientebio.it/10-motivi-per-bere-al-mattino-acqua-calda-e-limone/

 


]]>
Catena Umana; LA TRUFFA. LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/attualita/catena-umana-la-truffa 2013-05-15T09:20:10Z 2013-05-15T09:20:10Z Salve Italia, qui è Anonymous...

 



Navigando nel web, abbiamo notato, la presenza di una pagina e di un evento, chiamato: Catena Umana attorno al Parlamento Italiano.
Questa pagina, riporta una data: il 21 giugno 2013, dove, attraverso una manifestazione, si vuole occupare la piazza davanti al Parlamento, richiamando così l'attenzione dei media e dei politici.

Ma tutto ciò, possiamo confermare, che è una truffa.
Abbiamo scoperto che lo stesso gruppo utilizza mezzi di censura, per evitare che la gente si ponga delle domande…
Navigando nella pagina e cercando di commentare, abbiamo ricevuto più volte minacce, per non parlare della grandissima quantità di volte in cui il post pubblicato da persone LIBERE, veniva eliminato e le persone stesse bannate.
Le immagini qui sotto dimostrano che tutto ciò che abbiamo detto fin ora non è a solita "bugia" per far cambiare idea:


 

 






Ma quello che più ci ha fatto rabbrividire, è ciò che abbiamo trovato, osservando il "profilo web" di chi gestisce le pagine:

http://pastebin.com/BV3bsB0B

E come se non bastasse sono arrivate le prime verità nascoste del gruppo:

 



E tu, Anonymous Italian Storm, che ti fai portavoce di giustizia, utilizzando il nome di Anonymous, avresti dovuto verificare, e non andare alla cieca come hai fatto, creando così una catena di messaggi che hanno avvicinato ancora più persone a questa truffa in Internet.
Portate l'idea di Anonymous, ma di questa non avete capito ancora il vero significato.

Anonymous Italia NON PARTECIPERA' ALL'EVENTO CREATO DA CATENA UMANA.
Ci distacchiamo completamente da ciò che accadrà, se mai accadrà il 21 giugno a Roma.

La verità, noi ve l'abbiamo mostrata… ora sta a voi…

We are Anonymous.
We are Legion.
We do not Forgive.
We do not Forget.
Expect us

 

FONTE: http://anonitaly.blogspot.it/2013/05/catena-umana-la-truffa_15.html

 


]]>
25 maggio: ECONOMIA REALE, vantaggi della spesa consapevole LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/alimentazione/25-maggio-economia-reale-vantaggi-della-spesa-consapevole 2013-05-13T15:34:26Z 2013-05-13T15:34:26Z  

ECONOMIA REALE: vantaggi della spesa consapevole
25 Maggio 2013 ore 15:00
al Fusolab 2.0 – Viale della Bella Villa, 94 – ROMA

E’ sempre più difficile poter acquistare cibi genuini di provenienza nota al giusto prezzo ed arrivare a fine mese, ma esiste un’altra via. E’ possibile migliorare il proprio benessere investendo nell’economia locale, solidale e rispettosa dell’ambiente.

Per parlarne, RETE DEI CITTADINI e FUSOLAB 2.0 organizzano l’incontro pubblico “ECONOMIA REALE” che si terrà sabato 25 maggio 2013 dalle ore 15:00 nei locali di Viale della Bella Villa, 94 – Roma.

Verranno illustrati esempi di persone auto-organizzate per orientare la spesa verso artigiani e produttori “etici” che hanno a cuore l’ambiente e gli esseri viventi, i lavoratori e la propria clientela. Verranno presentati alcuni modelli di gruppo di acquisto solidale (detti GAS) e gli strumenti ideati ed utilizzati per agevolarne la gestione.

Investendo la propria spesa nella filiera corta si hanno molteplici vantaggi tra cui la rintracciabilità dei prodotti, la salvaguardia del territorio, la riduzione della dipendenza dalle fonti fossili ed il ritrovamento di relazioni sociali e solidali che il sistema consumista ha disgregato.

Un altro vantaggio da non trascurare è la convenienza economica. La filiera corta permette al consumatore di ottenere prodotti ad un prezzo equo ed equilibrato ed al produttore di avere un reddito adeguato e dignitoso per se e per i propri lavoratori.

Non possiamo smettere di fare la spesa ma possiamo scegliere su chi investire il nostro denaro e cosa ottenere in cambio. Possiamo scegliere se agevolare le piccole imprese produttive per arricchire le comunità locali o se spendere verso paesi lontani contribuendo a finanziare capitali sconosciuti ed incontrollabili.

Ci saranno testimonianze di persone e produttori che vivono i GAS. Saranno presentati i campionari di RISORSE FUTURE con calzature ecologiche (www.risorsefuture.net) e di LeCalzeNatura con calze in materiali naturali e biologici (www.lecalzenatura.it). L’aperitivo sarà a base di prodotti genuini tra cui cereali e legumi biologici di PICCOLA TERRA (http://piccolaterra.wordpress.com/)

PROGRAMMA:
15:00 Presentazione del Gas – Gruppo di acquisto solidale. Cos’è e perchè nasce;

15:30 Alcuni strumenti utili di gestione del gruppo di acquisto solidale: Gestigas, ML, spazio fisico, calendario ordini, scheda produttori, pre-finanziamento;

15:45 Esempi di gas e loro organizzazione: ruoli da ricoprire, volontariato, ognuno fa qualcosa, racconti diretti;

16:15 I produttori ed il loro ruolo: rapporto diretto di fiducia, visite in azienda, aggiornamento sui prodotti e sull’andamento dell’azienda;

17:00 Produttori dal vivo: Scarpe ecologiche vegane artigianali: Risorse Future, LeCalze Natura; produttori di fresco, farine, miele, agrumi e formaggi. Durante il pomeriggio sarà possibile gustare un aperitivo presso il bar del Fusolab 2.0 ed ordinare le scarpe e le calze alle condizioni dei gruppi di acquisto.

Con l’incontro gli organizzatori si augurano di offrire spunti e stimoli per la formazione di gruppi di consumo consapevole e critico.

Contatti: 333/2365729, rdclazio@gmail.comwww.retedeicittadini.net

________________

RETE DEI CITTADINI è una associazione nata nel 2009 dalla volontà di gruppi, comitati, associazioni e cittadini di riprendersi le sovranità perdute. I principi della loro unione sono riassunti nel Manifesto. Subito si è distinta per il metodo innovativo di democrazia diretta utilizzato al suo interno e proposto come soluzione ai tanti problemi della nostra società. Alcuni tra i suoi progetti sono state le liste civiche, ma anche iniziative di sensibilizzazione sull’economia, la democrazia diretta, i rifiuti e i danni da inceneritori, l’acqua come bene comune, il consumo critico, l’indipendenza energetica ed alimentare, il lavoro utile e lo scollocamento.
RETE DEI CITTADINI web site: www.retedeicittadini.net, e-mail: rdclazio@gmail.com
Fusolab 2.0 vuole essere luogo di valorizzazione dei giovani, spesso impossibilitati a trovare uno sbocco naturale alle loro attitudini, un catalizzatore sociale, urbanistico e culturale per la città, capace di generare dinamiche di rinnovamento del sistema artistico, educativo, sociale ed economico. Nel Fusolab 2.0 si rinnova l’impegno e la volontà dei ragazzi e delle ragazze dell’Associazione di Promozione Sociale Fusolab Onlus, che da sette anni lavorano su base volontaristica per promuovere la cultura indipendente con un approccio critico, consapevole e costruttivo alle istanze emergenti della società contemporanea. L’intento è quello di promuovere la cultura indipendente, dando voce ad artisti, spettacoli, libri e pellicole che difficilmente trovano spazio nei canonici “spazi della cultura”, e dare ai cittadini l’opportunità di accrescere le proprie conoscenze personali attraverso corsi, laboratori, workshop e incontri formativi. Non solo, il Fusolab 2.0 è a disposizione delle associazioni che non hanno una sede dove riunirsi, nell’ottica della condivisione dei beni e delle risorse.
FUSOLAB 2.0 Viale della Bella Villa 94 (zona Alessandrino, Roma)
www.fusolab.netinfo@fusolab.nethttp://www.facebook.com/fusolabhttps://twitter.com/fusolab
Bus 105-312-313 - Parcheggio GRATUITO tutta la notte all’interno del parcheggio multipiano ipercoop casilino
Ingresso con tessera associativa. La tessera può essere richiesta a questo indirizzo:http://soci.fusolab.net/accounts/register/

 


]]>
Andreotti e l'uso del potere LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/politica/andreotti-e-l-uso-del-potere 2013-05-06T12:41:16Z 2013-05-06T12:41:16Z Livia, sono gli occhi tuoi pieni che mi hanno folgorato un pomeriggio andato al cimitero del Verano. Si passeggiava, io scelsi quel luogo singolare per chiederti in sposa – ti ricordi? Sì, lo so, ti ricordi.

 


Gli occhi tuoi pieni e puliti e incantati non sapevano, non sanno e non sapranno, non hanno idea. Non hanno idea delle malefatte che il potere deve commettere per assicurare il benessere e lo sviluppo del Paese. Per troppi anni il potere sono stato io. La mostruosa, inconfessabile contraddizione: perpetuare il male per garantire il bene. La contraddizione mostruosa che fa di me un uomo cinico e indecifrabile anche per te, gli occhi tuoi pieni e puliti e incantati non sanno la responsabilità. La responsabilità diretta o indiretta per tutte le stragi avvenute in Italia dal 1969 al 1984, e che hanno avuto per la precisione 236 morti e 817 feriti. A tutti i familiari delle vittime io dico: sì, confesso. Confesso: è stata anche per mia colpa, per mia colpa, per mia grandissima colpa. Questo dico anche se non serve. Lo stragismo per destabilizzare il Paese, provocare terrore, per isolare le parti politiche estreme e rafforzare i partiti di Centro come la Democrazia Cristiana l'hanno definita "Strategia della Tensione" – sarebbe più corretto dire "Strategia della Sopravvivenza". Roberto, Michele, Giorgio, Carlo Alberto, Giovanni, Mino, il caro Aldo, per vocazione o per necessità ma tutti irriducibili amanti della verità. Tutte bombe pronte ad esplodere che sono state disinnescate col silenzio finale. Tutti a pensare che la verità sia una cosa giusta, e invece è la fine del mondo, e noi non possiamo consentire la fine del mondo in nome di una cosa giusta. Abbiamo un mandato, noi. Un mandato divino. Bisogna amare così tanto Dio per capire quanto sia necessario il male per avere il bene. Questo Dio lo sa, e lo so anch'io. 
(Giulio Andreotti)


]]>
Lettera aperta alla signora Kyenge. LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/attualita/lettera-aperta-alla-signora-kyenge 2013-05-06T10:51:04Z 2013-05-06T10:51:04Z  

ROMA – Girovagando su Internet ci siamo imbattuti in una lettera aperta scritta da parte di una cittadina italiana chiamata Lorella e inidirizzata al nuovo ministro Kyenge..

 

 

 

Abbiamo deciso di pubblicare il testo integrale poichè racchiude il pensiero di molti italiani:

“Gentile signora Kyenge,

mi scuso, ma non riesco a chiamarla Ministro, non per razzismo come molti possano essere indotti a pensare, ma per criterio.

Non posso chiamare Ministro chi si dichiara a metà tra il mio paese ed un altro, mentre ha giurato fedeltà alla mia Costituzione.

Non accetto che lei parli a nome mio e dei miei concittadini definendoci “meticci”. Io sono da generazioni italiana, nel mio albero genealogico ci sono persone che hanno dato la vita per questo paese, ho una cultura, la mia, quella del mio popolo, che amo e che non voglio cambiare con nessun altra.

Sono stanca di sentirmi straniera a casa mia; di dovermi giustificare per le mie tradizioni; di dover continuamente sopportare, tollerare che l’ultimo arrivato, che nemmeno possiede una goccia del mio sangue, mi venga ad impartire ordini.

Io e il mio paese siamo tutt’uno. Lei ben sapendo di non appartenere completamente a questo paese ha espresso un giuramento sulla mia Carta , offendendola, perché lei stessa ha dichiarato di non sentirsi completamente italiana.

Non avrebbe dovuto farlo gentile signora Kyenge, solo per rispetto verso la mia gente che ha sempre accolto tutti con amore e solidarietà. Oggi lei forte dei poteri che le sono stati dati, e non dal popolo italiano, tuona possentemente che serve una nuova legge in materia di immigrazione; imperativamente lei afferma che serve il riconoscimento dello ius soli… ma forse le è sconosciuta quella parte del diritto millenario, conquistato con il sacrificio di molte vite umane, per cui non è sufficiente risiedere in un paese per averne di diritto cittadinanza.

Lei pretende diritti, senza offrire solidarietà, senza obblighi, anzi lei pretende che quel principio giuridico che dice “ove vi è un diritto vi è sempre un obbligo” di colpo venga smembrato dotando una parte di soli diritti ed un’altra di soli obblighi.

Io non ci sto signora Kyenge. Lei non mi rappresenta e non mi rappresenterà mai. Io non l’ho votata signora Kyenge; io amo la mia cultura, le mie tradizioni e non mi interessa che vengano integrate da altre, posso accettare di conoscerle, apprezzarle e rispettarle, ma pretendo la stessa contropartita.

Non si rispetta un popolo imponendogli un’invasione indiscriminata; non si può chiamare etica una sbilanciamento a favore di una singola parte.

Ci pensi signora Kyenge, le sue dichiarazioni hanno gettato un’ombra sulla storia di questo paese, lei non potrà essere di aiuto per gli italiani, tanto meno per gli immigrati”.

Lorella Presotto

Fonte: http://senzapelisullalingua.info/lettera-aperta-alla-signora-kyenge

 


]]>
BILDERBERG.....MES.... LE IENE !!!...SVEGLIAAAAAAAAAAA!!! [VIDEO YOUTUBE] LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/politica/bilderberg-mes-le-iene-svegliaaaaaaaaaaa-video-youtube 2013-04-29T18:47:50Z 2013-04-29T18:47:50Z  

nel video:quando Francesco ha parlato è stato censurato...non serve parlare !!
il Mes ,il gruppo Bilderberg,Mario Monti,Enrico Letta,Giorgio Napolitano,il Signoraggio Bancario,la Guerra Invisibile,...e tanta truffaancora !!!
Alessandro Carluccio,il bastardo di professione .. "figlio di iene"..
.indaga
..spiegando che non è crisi.. è truffa..se accarezzi la iena rischi di esser azzannato...in quanto la iena approfitta delle prede facili...ma se poi dopo diventi il leone sono costrette a scappare...
un faccia a faccia con Matteo Viviani e Pablo Trincia in arte LE IENE...
.con Francesco Amodeo


]]>
QUERELA CONTRO GIORGIO NAPOLITANO E PARLAMENTO PER ALTO TRADIMENTO E COLPO DI STATO DOVUTO AL DIVIETO COSTITUZIONALE DI RIELEZIONE di Orazio Fergnani. LiberaMenteMimmo http://www.revolucion2010.altervista.org/blogs/index.php/attualita/querela-contro-giorgio-napolitano-e-parlamento-per-alto-tradimento-e-colpo-di-stato-dovuto-al-divieto-costituzionale-di-rielezione-di-orazio-fergnani 2013-04-24T10:33:28Z 2013-04-24T10:33:28Z  

VEDETE IN FONDO AL TESTO DELLA DENUNCIA IL LINK PER SCARICARE IL TESTO COMPLETO DELLE IMMAGINI CHE QUI NON APPAIONO E L'ALLEGATO CON IL VERBALE DELLA COMMISSIONE COSTITUENTE .....

Roma 23/04/2013

 

Al Comando stazione dei Carabinieri

SEDE

 

Alla   Procura Della Repubblica  Competente

 

Alla   Alta Corte Penale Internazionale de l’Aia

 

E, p.c.  Ad  Altri

 

 

 

QUERELA/DENUNCIA  CONTRO :

 

1)                  Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano;

2)                  Il Presidente del consiglio dei ministri Mario Monti tuttora in carica;

3)                  Il Presidente della Camera Laura Boldrini;

4)                  Il Presidente del Senato Pietro Grasso;

5)                  Tutti i componenti dello Pseudo-governo dei tecnici nominati da Monti tuttora in carica;

6)                  Tutti i segretari dei partiti dell’arco parlamentare;

7)                  Tutti i Parlamentari che hanno accettato passivamente il “Golpe”;

8)                  Tutti i rappresentanti e funzionari dello Stato posti a controllo e salvaguardia istituzionale;

9) Tutti i consiglieri delle banche nazionali, e non, di cui costoro sono emanazione;

10)              E quant’altri coinvolti nei fatti qui descritti che si ravvisassero nel corso delle indagini.

 

Per le ipotesi dei reati p. e p. dagli articoli:

1) Alto tradimento (art.90 Costituzione);

2) Attentato contro l’integrità l’indipendenza e l’unità dello Stato (art.241 c.p.);

3)                  Intelligenze con lo straniero a scopo di guerra contro lo Stato italiano (art.243 c.p.);

4)                  Corruzione del cittadino da parte dello straniero (art.246 c.p.);

5) Infedeltà in affari di Stato (art.264 c.p.);

6) Attentato contro la Costituzione dello Stato (art.283 c.p.);

7) Usurpazione di potere politico o comando militare (art.287 c.p.):

8) Attentati contro i diritti politici del cittadino (art.294 c.p.);

9)                  Corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio (art.319 c.p.);

10)              Corruzione di persona incaricata di pubblico servizio (art.320 c.p.);

11)              Abuso d’ufficio (art.323 c.p.);

12)              Omissione di atti d’ufficio (art.328 c.p.);

13)              Interruzione d’un servizio pubblico o di pubblica utilità (art.331 c.p.);

14)              Usurpazione di funzioni pubbliche (art. 347 c.p.);

15)              Associazione a delinquere (art.416 bis);

16)              Falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici (art.476 c.p.);

17)              Falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in  certificati (art.477 c.p.);

18)              Falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici (art.479 c.p.);

19)              Falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in certificati (art.480 c.p.);

20)              Falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici (art.481 c.p.);

21)              Falsità commesse da pubblici impiegati incaricati di un pubblico servizio (art. 493 c.p.);

22)              Istigazione o aiuto al suicidio (art.580 c.p.);

23)              Riduzione in schiavitù (art.600 c.p.);

24)              Circonvenzione di persone incapaci (art.643 c.p.);

25)              Abuso della credulità popolare (art.661 c.p.);

26)              Ed eventuali altre fattispecie di reato che venissero rilevate nel corso delle indagini.-

 

LUOGO DI COMMISSIONE : Tutto territorio nazionale


TEMPO DI COMMISSIONE : Reati in corso di esecuzione;

Persone offese:  la Repubblica italiana, tutti i Cittadini italiani, la Nazione italiana.

 

Questa è una denuncia che chiede al potere giudiziario di prendere una chiara ed inequivocabile e deve assumersi le responsabilità di fronte ai cittadini e di fronte alla storia.

Non so voi, io questo lo chiamo :

COLPO DI STATO … rielezione usurpativa messa in atto collettivamente da tutti i parlamentari e dal governo tutto.. in collusione con le banche internazionali di cui buona parte di costoro sono diretta emanazione come più volte da noi stessi denunciato…

I Fatti


Così Repubblica di ieri 22 aprile 2013 ….: < L'applauso scrosciante delle Camere riunite nell'aula di Montecitorio accoglie il vecchio-nuovo capo dello stato, Giorgio Napolitano, primo presidente della storia repubblicana al suo secondo mandato.Applausi che si sono rinnovati più volte da parte di un Parlamento attonito, ma al tempo stesso affascinato di fronte a un discorso dai toni durissimi ed eccezionali, mai uditi finora. Parole di ammonimento quelle del presidente rieletto, di critica a tratti spietata, ma che esprimono anche la volontà di riaffermare con fermezza e fierezza i punti saldi e imprescindibili dello Stato democratico. ….

 

DEMOCRATICO????

 

ed ancora :< Napolitano giura di "essere fedele alla Repubblica e di rispettarne la Costituzione". >.

 

GIURA DI ESSERE FEDELE????

 

E poi : < Tutti battono le mani, …. Omissis…

 

UNA MASNADA DI CIALTRONI TRADITORI DEL DETTATO DELLA COSTITUZIONE, DEI VALORi DELLO STATO E DELLA NAZIONE..


Sempre “Repubblica” : < Il discorso. Dopo il giuramento lo scambio di poltrone: il Capo dello Stato si mette su quella che spetta a Laura Boldrini, la terza carica dello Stato, e pronuncia il suo discorso al Parlamento. Napolitano ringrazia di essere stato rieletto, ma ammette che per lui è una prova difficile da sostenere, l'età e le forze sono al limite. Si commuove più volte mentre parla, si interrompe, l'aula applaude, lui riprende: "Non prevedevo la rielezione, è un fatto legittimo ma eccezionale.

 

Tralasciando di giudicare il comportamento giullaresco dei lacchè che scrivono su “Repubblica” (io mi domando come fanno a guardarsi allo specchio senza sputarsi in faccia costoro che distorcono in maniera così impudica la VERITA’…

 

PERO’ E’ DA RILEVARE QUANTOMENO CHE “KING GEORGE II  DI SAVOIA”  SE NE ACCORGE PURE LUI CHE E’ ECCEZIONALE LA SUA RIELEZIONE….

 

TALMENTE ECCEZIONALE CHE E’ DEL TUTTO PROIBITA, ILLEGALE … E COMPIUTA IN COMPLETA USURPAZIONE VIOLAZIONE DI LEGGE…. ED E’ PER CIO’ CHE MAI NESSUNO PRIMA ERA STATO RIELETTO… SEMPLICEMENTE PERCHE’ NON ERA POSSIBILE, IMPEDITO DALLA LEGGE… E QUINDI NESSUNO ERA MAI STATO RIELETTO..

 

TRANNE ORA IN ASSOLUTO DISPREGGIO DEI PADRI FONDATORI …. QUEL GEORGE II DI SAVOIA CHE TUTTI “SANNO CHI SIA” E TUTTI FANNO APPARIRE DI NON SAPERE…

 

Io vorrei capire dove sono andati a finire i cosiddetti “Costituzionalisti”, i Cattedraticci, i consulenti. Non è che ci voglia molto per rendersi conto che qui ci troviamo di fronte ad un eclatante, roboante, esplosivo, plateale e scandaloso evento di eversione della legge costituzionale…

 

Questo è un colpo di stato della più sfacciata specie e della più palese manifestazione…

Incredibilmente avvenuto nell’indifferenza più assoluta di chi ha il dovere di vigilare sulle istituzioni affinché questo non avvenga…e nel silenzio più assordante e meditativo dei media solitamente sguaiati e starnazzanti ….

 

Io e tutti gli Italiani ci domandiamo se esista all’interno delle Istituzioni dello Stato un solo “Uomo degno di essere definito tale… un solo uomo che sappia che cosa è lecito e cosa no… che cosa è giusto e cosa no, ….che cosa è legale e cosa no…

 

A questo punto noi cittadini neanche più ci poniamo la domanda, in quanto è evidente che ciò che rimane dello Stato è ormai allo sbando e alla più totale degradazioni morale e funzionale…Gli anticorpi che dovrebbero reagire agli attacchi esterni o interni sono putrefatti anch’essi.

 

Pure se non giustifico, ma in qualche modo posso capire la gentuccola, indaffarata formichina schiavizzata, costretta a lavorare diciotto ore al giorno per sopravvivere… proprio non riesco a capire e neppure a giustificare l’ignavia dilagante nella magistratura, nelle forze armate nei vari corpi di polizia che dovrebbero sopperire per la maggior parte al controllo del corretto svolgimento delle attività repubblicane e democratiche… e da quel che si è visto proprio sembra  che ad altro sia indaffarate ….

 

Possibile che nessuno conosca il dettato statuito dalla

 

…….. e  Il RESOCONTO SOMMARIO DELLA SEDUTA DI GIOVEDÌ 19 DICEMBRE 1946 (PRESIDENZA DEL PRESIDENTE TERRACINI  :http://www.camera.it/_dati/costituente/lavori/II_Sottocommissione_I_Sezione/sed001/sed001.pdf

 

.. che a pagina 6 in fondo a destra dice :

 

e a pagina sette seguita …. :

 

Che altro aggiungere…. il documento è inoppugnabile……

 

IL FATTO è CHIARISSIMO ED INCONFUTABILE ….

 

È STATO COMMESSO UN COLPO DI STATO.

La Costituzione, il nostro documento fondante, che sta al di sopra di tutte le leggi; parla del Diritto di resistenza, che è stato previsto ed esiste davvero. Con “diritto di resistenza” si intende il diritto a difendersi da ……………….ordini, ………………decisioni…………… e comportamenti in contrasto con i principi costituzionali,adottati da pubblici funzionari, dalle Autorità e dagli Organi Costituzionali, anche del Governo e del Parlamento.

È quindi dovere di ogni cittadino degno di questo nome soprattutto se Magistrato, giudice, comandante etc. … può rifiutare, contestare, rigettare, respingere, opporsi con ogni mezzo e modo allo scempio dei diritti costituzionalmente garantiti messi in atto da questi usurpatori e annichilitori  dei valori costituzionali e delle leggi conseguenti che costoro emanano e promulgano in barba ai dettati istituzionali……..

Nel resoconto della seduta del 3 dicembre 1946 la prima Sottocommissione della Commissione per la Costituzione prosegue la discussione sullo Stato come ordinamento giuridico e i suoi rapporti con gli altri ordinamenti e Moro dice :…….. omissis ……..

Moro non entra nella disputa sottile e interessante se la sovranità spetti al popolo o allo Stato, …… omissis ….., si deve affermare nella Costituzione che il potere dello Stato è un potere giuridico, e che lo Stato comanda nei limiti della Costituzione e delle leggi ad essa conformi. Questa precisazione è tanto più necessaria in relazione all'articolo 3 formulato dall'onorevole Dossetti, nel quale si precisa come al singolo, o alla collettività, spetti la resistenza contro lo Stato, se esso avvalendosi della sua veste di sovranità, tenta di menomare i diritti sanciti dalla Costituzione e dalle leggi. Solo dopo aver dichiarato che la sovranità dello Stato è nell'ambito dell'ordinamento giuridico, si ha la possibilità di sancire nella Costituzioneil diritto di resistenza contro gli atti di arbitrio dello Stato.

Il diritto di resistenza ed autodifesa è implicitamente legittimato dal dovere di fedeltà (alla Repubblica), stabilito dall’art. 54 e dal principio della sovranità popolare, diritto di ogni singolo cittadino come membro del popolo, e non solo al popolo nel suo insieme. Ciò è definito all’art. 1 della Costituzione che sancisce che la resistenza attiva (non solo passiva) ad un pubblico ufficiale o ad un corpo politico è legittima.(anche il Parlamento e il Consiglio dei Ministri…).

Oltretutto il dovere di fedeltà alla Repubblica e quindi alla Costituzione e ai suoi principi fondamentali, travalica e prevale il dovere di obbedienza, di cui costituisce il presupposto giuridico.

Esistono poi norme specifiche che stabiliscono la legittimità della resistenza individuale di fronte al provvedimento/comportamento illegittimo (anche se apparentemente legittimo) dell’Autorità e/ o al comportamento arbitrario di un pubblico funzionario. La cosiddetta scriminante della “legittima reazione agli atti arbitrari del pubblico ufficiale” (art. 393 bis c.p.)

E per pubblico ufficiale/impiegato si intende anche qualunque amministratore a qualunque livello!! Anche di Presidente della Repubblica e lo  pseudo governo dei “tecnici”.

L’eccesso arbitrario dovrebbe identificarsi con un comportamento comunque non consentito dall’ordinamento al pubblico ufficiale, anche nell’ipotesi di compimento con modalità scorrette di un atto sostanzialmente legittimo.

La resistenza della collettività invece, si esercita attraverso l’esercizio dei diritti di libertà, previsti e tutelati espressamente dalla nostra Costituzione, come il diritto di manifestazione del pensiero (art. 21) ed il diritto di sciopero (art.40) , anche politico.

Ricordiamo anche l’art. 52 , 2 comma della Costituzione, addirittura stabilisce che “l’ordinamento delle Forze Armate si informa allo spirito democratico della Repubblica” e per i

militari è previsto l’eventualità del dovere di disobbedire all’ordine manifestamente illegittimo, con la legge 11.7.1978 n. 382.

art.1. Le Forze Armate sono al servizio della Repubblica(non di Giorgio II, Monti e scherrani) ; il loro ordinamento e la loro attività si informano ai principi costituzionali.

Compito dell'esercito,della marina e della aeronautica è assicurare,in conformità al giuramento prestato e in obbedienza agli ordini ricevuti,la difesa della patria e concorrere alla

salvaguardia delle libere istituzioni ….. omissis ……..

 

art.2. I militari prestano giuramento con la seguente formula: < Giuro di essere fedele alla repubblica italiana,di osservarne la costituzione e le leggi e di adempiere con disciplina ed onore tutti i doveri del mio stato per la difesa della patria e la salvaguardia delle libere istituzioni>. (appunto….. LIBERE)

 

art.3. Ai militari spettano i diritti che la costituzione della Repubblica riconosce ai cittadini.

 

ANCHE DI AGIRE IN DIFESA DELLE LIBERE ISTITUZIONI ATTRAVERSO IL RIFIUTO DEGLI ORDINI, DELLE DECISIONI E DEI COMPORTAMENTI IN CONTRASTO CON I PRINCIPI COSTITUZIONALI,

 

art.4. L'assoluta fedeltà alle istituzioni repubblicane è il fondamento dei doveri del militare. (alle istituzioni fra cui in primis … LA COSTITUZIONE! E I SUOI ANTEFATTI COSTITUENTI IL CORPUS UNICUM, COME APPUNTO I VERBALI DELLA “COMMISSIONE PER LA COSTITUZIONE” qui allegati e riprodotti fedelmente.

 

…… omissis …..

 

Il militare al quale viene impartito un ordine manifestamente rivolto contro le istituzioni dello Stato o la cui esecuzione costituisce comunque manifestamente reato, ha il dovere di non eseguire l'ordine e di informare al più presto i superiori.

 

Come si è visto sopra la fedeltà alla Repubblica precede ed è preminente rispetto

alll’osservanza delle leggipertanto in caso di contrasto delle leggi in vigore con i principi

fondamentali dell’Ordinamento Costituzionale, è sempre l’obbedienza al senso dello

Stato e della Costituzione che prevale sull’obbedienza alle leggi.

Il diritto alla resistenza è equivalente, corrispondente, analogo e simbiotico al diritto alla sicurezza ed ordine pubblico che impone al cittadino di attivarsi in carenza di interventi di ufficiali di polizia giudiziaria in presenza del verificarsi di un qualsiasi reato affinchè  se ne ostacoli ed impedisca la realizzazione, e di più…

 

La Costituzione di molti paesi europei non solo sancisce esplicitamente che la Costituzione va tutelata contro tutti e contro tutti, ma addirittura quella francese si spinge esplicitamente oltre ed afferma :

 

” Quando il governo viola i diritti del popolo, l’insurrezione è per il

popolo il più sacro dei diritti ed il più indispensabile dei doveri.

Dunque, se in qualche frangente vi troverete a ravvisare comportamenti incostituzionali ora sapete che è vostro sacrosanto e legittimo diritto e DOVERE legale ribellarvi con ogni vostra forza, mezzo e capacità.

 

Cari Amici che leggete, ricordate sempre che i nostri padri e i nostri nonni sono morti ed hanno sofferto grandi patimenti e privazioni ed hanno sormontato gravi difficoltà per ottenere la Carta Costituzionale che sancisse i sacrosanti diritti del cittadino ……Nessuno mai osi toccarla. Tutti dobbiamo rispettarla, in primis chi ha il dovere istituzionale ed il ruolo per

salvaguardare l’operato ed i sacrifici di sangue dei nostri avi.

 

Le conseguenze sociali, le sofferenze per milioni di italiani per decenni, la scure che si abbatte sul futuro dei nostri giovani, sui pochi preziosi anni che rimangono agli anziani indigenti, sull’ambiente, e sulla democrazia, saranno tragici col concreto pericolo di protrarle per intere generazioni.

 

Questo è un colpo di Stato compiuto col tradimento!!!

 

(Le abitudini di famiglia col tempo diventano genetiche e sono sempre più difficili da eliminare).

 

Un domanda che necessita di una risposta sorge :

voi delle forze di polizia,  voi magistrati, voi delle forze armate, da che parte state? Da che parte starete? NON AGENDO SARETE COMPARTECIPI…….

 

CHIEDIAMO QUINDI


di procedere all’immediato arresto di coloro in epigrafe che rifiutassero di aderire alle finalità di difesa dei CITTADINI, delle Istituzioni, della Costituzione e dello Stato, come qui ampiamente descritto, di procedere per la penale punizione dei colpevoli ed impedire la continuazione dei reati;

 

Ricordo, sottolineo ed enfatizzo ad uso di chi mi legge rammentando l’ obbligatorietà dell’azione penale in caso di evidenti violazioni di legge e l’altrettanto obbligatorio arresto in caso di flagranza di reato, e nelle descrizioni qui prodotte se ne sono verificate a josa, ricordo altresì il giuramento prestato nei confronti della Costituzione, delle Istituzioni, della Repubblica, dello Stato e dei Cittadini italiani tutti, a cui l’operato di questo giudice si deve uniformare e deve rispondere, e di cui noi a nostra volta saremo severi giudici.

Chiediamo quindi la punizione nei termini di legge per tutti i reati sopra contestati, e quant’altro ravvisabile nell’esposizione dei fatti a scaturenti dalle indagini, il ripristino della legalità, della giustizia e le più severe sanzioni e condanne previste dalla LEGGE.

Ci riserviamo inoltre di costituirci parte civile nell’instaurando procedimento penale;

e, ai sensi dell’ex art. 408 c.p.p., chiediamo di essere avvisati in caso di richiesta di archiviazione.

IN FEDE.

Allegato il resoconto sommario della seduta 19 dicembre 1946 per 6 pagine e totali n°11 facciate. http://www.camera.it/_dati/costituente/lavori/II_Sottocommissione_I_Sezione/sed001/sed001.pdf

 

Fonte: http://www.albamediterranea.com/

Download allegati:

 


]]>

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 304

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 304

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 304

Warning: Creating default object from empty value in /membri/revolucion2010/blogs/inc/settings/model/_abstractsettings.class.php on line 304

Strict Standards: Non-static method Hitlist::dbprune() should not be called statically in /membri/revolucion2010/blogs/inc/_core/_misc.funcs.php on line 248